facebook twitter rss

Furbetti dei rifiuti lungo il Tenna, Pompozzi: “Individuati i primi due colpevoli, tolleranza zero”

GUERRA ALL'ABBANDONO - Il grazie di Stefano Pompozzi agli uomini della polizia provinciale e l'annuncio. Entro fine anno l'arrivo delle fototrappole
Print Friendly, PDF & Email

di Paolo Paoletti

“La Polizia Provinciale di Fermo dopo una attenta indagine ha individuato i primi due colpevoli dell’abbandono di rifiuti lungo la strada provinciale che costeggia il fiume Tenna. Verso costoro sono già stati emessi verbali. Le ricerche proseguono”. E’ l’annuncio del consigliere provinciale fermano neo eletto Stefano Pompozzi in risposta al fenomeno dell’abbandono rifiuti lungo le strade provinciale. Una guerra che la Provincia di Fermo vuole vincere e per la quale utilizzerà ogni strumento per contrastare questo fenomeno d’inciviltà e mancanza di rispetto per l’ambiente. 

Ai due ‘furbetti dei rifiuti’ si è risaliti grazie al sequestro dei sacchetti trovati abbandonati e alle indagini sul materiale contenuto al interno analizzato nel dettaglio per risalire ai proprietari. Per loro il massimo della sanzione prevista dal codice, si parla di una cifra di circa 600 euro.  “Un plauso – spiega Pompozzi –  al lavoro degli agenti Simone Egidi e Daniele Armini capitanati da Roberto Fausti”.

Siamo solo all’inizio: “Stiamo procedendo all’acquisto di foto trappole che, secondo le prime stime, saranno attive entro la fine dell’anno. Più che per modalità di acquisto di questi strumenti, resta da valutare e seguire bene l’iter per il rispetto della privacy che spero, in questo caso, sia più snello dei canonici sistemi di video sorveglianza urbana. L’intenzione è comunque quella di arrivare preparati alla primavera e all’arrivo della bella stagione quando il fenomeno dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti lungo la strade aumenta in modo esponenziale . La nostra sarà tolleranza zero”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti