facebook twitter rss

“Noi in mezzo alla gente, Forza Italia dov’è?”
Il sostegno della Lega ai pastori

POLITICA - La replica del commissario provinciale Lucentini alle parole degli esponenti del partito di Berlusconi: "Il 21 febbraio tavolo per costituire una commissione nazionale con pastori, produttori e industriali del settore latte ovino"
Print Friendly, PDF & Email

“Il tentativo di attribuire la responsabilità della protesta dei pastori sardi all’attuale governo da parte degli esponenti di Forza Italia marchigiani, è ridicolo e grottesco”. Non si è fatta attendere la replica di Mauro Lucentini, commissario provinciale della Lega, alle parole dei vertici di Forza Italia (LEGGI QUI).

“Il senatore Cangini e il commissario regionale Fiori evidentemente dimostrano di non conoscere il nostro territorio – attacca Lucentini – probabilmente per il fatto che nelle Marche siano stati catapultati da altre regioni, solamente per essere eletti. Ma più grave è la sterile e ingiustificata posizione assunta dai consiglieri forzisti espressione del nostro territorio, il consigliere Jessica Marcozzi e Piero Celani, che hanno definito imbarazzante la presenza di esponenti della Lega alla manifestazione di protesta dei pastori fermani”.

Lucentini rimarca come siano stati i pastori di origine sarda a contattarlo e a chiedergli di essere al loro fianco insieme a tutto il direttivo provinciale fermano nel gesto dimostrativo del versamento del latte. “Rivendichiamo con orgoglio la nostra partecipazione alla mobilitazione per dimostrare condivisione e vicinanza ad una categoria in fortissima difficoltà. Sostegno non solo metaforico, come siamo stati abituati a vedere nel recente passato da questi signori che oggi ci attaccano, sostenendo l’assenza di una chiara linea del Governo che a loro dire avrebbe scatenato la protesta, ma vicinanza concreta. Vogliamo infatti ricordare che Matteo Salvini e il ministro Gianmarco Centinaio hanno già istituito un tavolo per il prossimo 21 febbraio per costituire una commissione nazionale con pastori, produttori e industriali del settore latte ovino, alla quale anche i pastori fermani parteciperanno insieme ad una delegazione umbra e ed una toscana. Devo per questo ringraziare il senatore Paolo Arrigoni e l’onorevole Giorgia Latini che da subito hanno contattato il Ministero per far si che queste rappresentanze (libere da sindacati) fossero ugualmente ricevute da Centinaio. Considerata l’assenza della Regione sarda a trazione Pd, con l’attuale Governo, lo Stato torna a fare lo Stato. Obiettivo sarà quello di fissare un prezzo minimo del latte uguale per tutta la filiera, eventualmente anche con una quota di sovvenzione”.

“Cari consiglieri Marcozzi e Celani – conclude – continueremo con orgoglio e impegno ad essere in mezzo alla gente nelle piazze e nelle strade, per conoscere e capire sempre di più e meglio le esigenze dei cittadini. Per noi contano i fatti e dare risposte concrete ai problemi, motivo per cui, a differenza vostra, saremo vicini alla delegazione marche-umbria-toscana che incontrerà il ministro Centinaio”.

Forza Italia e le acrobazie del Governo: “Protesta con i pastori ma non risolve i problemi”

La protesta del latte arriva nel Fermano: barili rovesciati vicino alla Mezzina (FOTO E VIDEO)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti