fbpx
facebook twitter rss

Gli artigiani entrano
in Amazon: una vetrina
per il made in Italy

INNOVAZIONE - Confartigianato Mc-Ap-Fm ha incontrato i protagonisti dell'accordo che il colosso dell'e-commerce ha stipulato con l'Ice per facilitare l'internazionalizzazione delle piccole imprese. Il 6 dicembre continua il percorso formativo a Civitanova con l'esperto di marketing Luca Carbonelli
Print Friendly, PDF & Email
Nell’ambito del progetto PerCorsi formativi, Confartigianato introduce alla necessità imprescindibile di digitalizzare le imprese

 

di Gabriele Censi

Il made in Italy e l’artigianato marchigiano hanno una nuova porta per l’internazionalizzazione grazie all’accordo di Ice, istituto per il commercio estero ed Amazon, la piattaforma leader mondiale nell’e-commerce.

Maria Laura Cantarelli

Nel giorno simbolo delle vendite on line, il Black Friday, all’hotel Horizon di Montegranaro la Confartigianato ha invitato i rappresentanti delle due parti per presentare l’accordo per la prima volta nelle Marche.  Il tema dell’incontro “Digitalizzazione ed e-commerce: Confartigianato, Ice ed Amazon insieme per l’innovazione e la promozione del Made in Italy” che si è svolto ieri ha attirato numerosi artigianati del territorio.  «Vogliamo valorizzare le eccellenze nazionali, le piccole e medie imprese italiane – ha spiegato Maria Laura Cantarelli, senior manager Rapporti Istituzionali Amazon Italia –  dando la possibilità ad ogni imprenditore, anche singolo, attraverso la propria vetrina on line di poter vendere non solo in Europa ma anche nel resto del mondo».

Giuseppe Mazzarella

«Si parla di un accordo di due milioni di euro per pubblicizzare la vetrina made in Italy – aggiunge Giuseppe Mazzarella presidente di Confartigianato Imprese Marche e consigliere di amministrazione di Ice-Istituto per il Commercio Estero – Stiamo investendo anche sulla formazione perchè non basta mettere un prodotto in vetrina ci sono tante regole che vanno imparate».  I lavori, dopo i saluti di Lorenzo Totò, vice presidente Confartigianato Mc-Ap-Fm , sono stati coordinati da Paolo Manfredi, responsabile strategie digitali di Confartigianato Imprese: «E’ significativo che Amazon, uno dei due maggiori player del commercio elettronico mondiale consideri il made in Italy importante e venga qui a Montegranaro nel cuore dell’industria della pelle e della calzature per raccontare e per  reclutare nuove imprese  e nuove eccellenze»

Due sono state le “Case History” locali raccontate, Dis Shoes, con Matteo Mogetta, che realizza e vende calzature artigianali personalizzate on demand mediante il digitale e My Marca, con Emanuele Conforti. negozio digitale chiavi in mano per i produttori di eccellenze enogastroniche e non solo del territorio. Il progetto Ice-Amazon per il digital export delle Pmi, è stato illustrato da Carlo Angelo Bocchi, responsabile Ufficio Promozione del Made in Italy ItalianTrade Agency Ice. A spiegare come poter usufruire dell’opportunità Francesco Lancellotti di Amazon.

Paolo Manfredi

C’è molto ancora da fare perchè sulla base degli studi di Confartigianato Marche, il 72,6% delle piccole imprese attive sull’e-commerce vende direttamente dal proprio sito web e il 67,5% vende attraverso marketplace – app e siti web di intermediari. La quota di vendite tramite marketplace di terzi per le piccole imprese sale di 10,7 punti nell’ultimo anno. Inoltre, considerando i più recenti dati Istat, a settembre 2019, su base tendenziale, le vendite al dettaglio registrano un aumento dello 0,9% in valore (dello 0,7% in volume). Considerando la forma distributiva, il valore delle vendite al dettaglio aumenta dello 0,6% per la grande distribuzione e diminuisce dello 0,4% per le imprese operanti su piccole superfici, mentre risulta in forte crescita il commercio elettronico con il +26,3%. Valutando complessivamente i primi sei mesi dell’anno in corso, il commercio elettronico segna il +17,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, a fronte del -0,5% per le imprese operanti su piccole superfici e del +1,2% per la grande distribuzione.

Le conclusioni sono state affidate a Pietro Marcolini, presidente Istao. «Il tema dell’area della crisi complessa delle calzature è emblematica, su questo versante si scontrano e incontrano le esigenze della valorizzazione delle competenze tradizionali (orlatrici, modelliste, tomaiste) che con la qualità non viene intaccata dalla concorrenza, poi l’innovazione tecnologica che riguarda la parte dura della scarpa e terzo elemento la piattaforma commerciale, quella fondamentale. Questo lavoro è ancora da fare e bisogna porsi anche a confronto con giganti come Amazon»

Il percorso formativo di Confartigianato con il patrocinio ed il sostegno della Camera di Commercio delle Marche continua il 6 dicembre a Civitanova. Al  Navitas Coworking (via E. Ferrari 9-9A – Z.I. “A”) ci sarà l’incontro con Luca Carbonelli sul tema “Fai di Amazon il partner commerciale della tua Impresa”.

Iscrizioni on line (https://www.macerata.confartigianato.it/2019/11/07/workshop-digitale-percorsi-formativi/)

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X