facebook twitter rss

In centinaia per l’addio a Umberto Cardinali:
arriva anche Angelo Borrelli

DRAMMA - Il capo della Protezione civile è arrivato a Corridonia in elicottero alle 14,20 per poi spostarsi a Monte San Giusto per l'ultimo saluto a Umberto Cardinali, che ha perso la vita due giorni fa mentre si occupava della vigilanza ad un incendio boschivo. Il sindaco Gentili: «Stiamo pensando ad una iniziativa in sua memoria»
Print Friendly, PDF & Email

 

È atterrato in elicottero a Corridonia per poi raggiungere Monte San Giusto il capo della protezione civile Angelo Borrelli che voleva essere presente oggi al funerale di Umberto Cardinali, il volontario di 49 anni che è morto per un infarto mentre si occupava della vigilanza di un incendio boschivo.

Umberto Cardinali

Borrelli alle centinaia di persone presenti per dare l’ultimo saluto al volontario della Protezione civile e dell’Associazione nazionale vigili del fuoco volontari, ha sottolineato l’importanza degli uomini e delle donne impegnati nella Protezione civile. Il capo del dipartimento nazionale è atterrato alle 14,20 all’elisuperficie di Corridonia (da poco attrezzata anche per il volo notturno) e da lì ha raggiunto Monte San Giusto.

Tra chi ha ricordato Cardinali anche il governatore Luca Ceriscioli che ha ringraziato i famigliari del 49enne: «per aver dato alla comunità una persona come Umberto, buona e altruista». Il sindaco Andrea Gentili ha ricordato il 49enne «è stato uno dei primi a fondare il gruppo comunale di Protezione civile, era una persona che non si tirava mai indietro. Ricordo anche l’espressione quando è entrato nei volontari dei vigili del fuoco: era fiero di indossare quella divisa. Decideremo insieme con il dipartimento protezione civile nazionale e la sezione regionale quali iniziative fare per ricordare quello che ha lasciato Umberto per dare seguito alla memoria del lavoro svolto da Umberto».

Il funerale di Umberto Cardinali

Il sindaco ha anche aggiunto: «ho apprezzato molto la presenza di Borrelli, che nonostante gli impegni è stato presente al funerale». L’elicottero dell’Aeronautica militare con a bordo Borrelli è atterrato oggi pomeriggio alle 14,20, per recarsi al funerale del vigili del fuoco in programma alle 15 nella cappellina della casa di riposo di Monte San Giusto. Al suo arrivo il capo della Protezione civile è stato accolto dal sindaco Paolo Cartechini, dall’assessore Francesco Andreozzi, da un rappresentante della Protezione Civile regionale, da Roberto Martinelli, coordinatore del gruppo comunale di Protezione civile intervenuto con alcuni volontari, dalla squadra dei vigili del fuoco di Macerata e dalla polizia locale. I lavori per l’adeguamento al volo notturno della piattaforma di atterraggio sono terminati pochi giorni fa. «Era predisposta soltanto per il diurno – dice il primo cittadino – e tra pochi giorni sarà perfettamente agibile. L’opera, per un importo complessivo di 70mila euro, è stata finanziata con i fondi del terremoto da sms solidali. Ne verranno realizzate o adeguate ben 27 all’interno del cratere. Ho parlato con Borrelli, ha promesso che tornerà molto presto per far visita alla nostra città».

Angelo Borrelli insieme a Paolo Cartechini, sindaco di Corridonia

Angelo Borrelli appena atterrato all’elisuperficie di Corridonia

Il comitato di accoglienza per Angelo Borrelli a Corridonia

Al lavoro per spegnere incendio, muore volontario di 49 anni

Cordoglio per la scomparsa di Umberto Cardinali, Calcinaro: “Sempre disponibile e cordiale”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X