facebook twitter rss

Lavoro, alla Ciip cercano due operai:
“Nessuno ponga in dubbio
la regolarità delle procedure”

FERMO - Dalla Ciip: "Nel fornire le precisazioni rispetto alle diffamatorie accuse che vengono da tempo rivolte all’operato della Ciip Spa, si invita a cessare simili comportamenti senza alcun fondamento"
Print Friendly, PDF & Email

Giacinto Alati

La Ciip spa ha indetto due selezioni del personale per esami per la formazione di tre graduatorie di idonei per l’eventuale copertura a tempo determinato, (un anno, prorogabile fino a 24 mesi), di posti riferiti alle figure professionali di operaio conduzione impianti secondo livello (Ccnl Gas Acqua vigente pro tempore) e operaio specializzato elettromeccanico secondo livello (Ccnl Gas Acqua vigente pro tempore).

“Potranno partecipare alla selezione i candidati in possesso (alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda a pena di esclusione) dei requisiti minimi di diploma di scuola superiore quinquennale nelle classi di chimica, elettrotecnica, elettronica, meccanica (per la selezione di “operaio conduzione impianti”), diploma di scuola superiore quinquennale nelle classi di elettrotecnica, elettronica, automazione (per la selezione di “operaio specializzato elettromeccanico”); i candidati devono aver compiuto la maggiore età e avere  almeno due anni, anche non continuativi, di esperienza professionale in una qualifica coerente con il diploma posseduto. L’esperienza dovrà essere documentata indicando con precisione: datore di lavoro, posizione ricoperta, mansioni svolte, Ccnl applicato, livello di inquadramento, date iniziali e finali di ciascuna esperienza professionale riportando giorno, mese ed anno. I candidati debbono essere muniti di patente di guida b, idoneità psico-fisica al servizio continuativo ed incondizionato all’impiego per il quale concorre, debbono avere cittadinanza italiana o di uno degli stati membri della Unione Europea e deve godere dei diritti civili e politici, essere esente da condanne penali e da procedimenti penali.

Le domande di partecipazione dovranno pervenire, secondo le modalità previste negli avvisi, entro e non oltre le ore 12 del 4 maggio prossimo.
Gli avvisi di selezione ed i relativi moduli sono scaricabili dal sito della Ciip spa alla sezione Bandi & Avvisi/risorse umane (https://www.ciip.it/risorse-umane).

In merito agli avvisi di selezione emessi, quindi oltre ai due operai, anche quello per un responsabile servizio risorse umane ed organizzazione, ottavo livello, la Ciip informa che la relativa documentazione è disponibile sul sito istituzionale www.ciip.it – Bandi e Avvisi – Risorse umane.
Al riguardo Ciip spa fa presente che il reclutamento del personale avviene attraverso procedure selettive pubbliche nell’osservanza delle leggi vigenti e del regolamento attuativo adottato, assicurando trasparenza, concorrenza e parità di partecipazione”. E così dall’annuncio delle selezioni si passa al respingimento al mittente di qualsiasi illazione sulle procedure di selezione.

“Con la nota si forniscono precisazioni imposte da interventi infondati apparsi da alcune settimane su social nei quali si pone in dubbio la regolarità-legittimità delle procedure che la Ciip spa svolge nella propria attività di gestione di un importante servizio pubblico come quello idrico e della depurazione, con riferimento al settore della gestione del personale.
Esigenze di chiarezza, trasparenza e correttezza di un simile delicato settore e di una così importante società, che pur agendo in regime di diritto privato è tuttavia espressione del patrimonio pubblico della intera comunità delle amministrazioni comunali che ne sono socie, impongono di fornire chiarimenti, più che per un’esigenza di risposta diretta a chi produce affermazioni al limite della diffamazione, quanto piuttosto per evitare dubbi e incertezze nei cittadini, nella consapevolezza che la responsabilità degli amministratori della Ciip Spa si pone essenzialmente nei confronti dell’opinione pubblica che ha diritto di essere correttamente informata.
A tal proposito, soprattutto in riferimento alla politica di ricerca e assunzione del personale, su cui più si appuntano gli strali censori del tutto infondati, vogliamo puntualizzare che la Ciip spa non è una pubblica amministrazione ma società a totale capitale pubblico, esercente pubblico servizio a rilevanza industriale e operante nel campo del diritto privato, cui la gestione del servizio pubblico idrico integrato, è stato affidato direttamente dalle Amministrazioni Comunali socie.
Il rapporto di lavoro nelle società in house è di tipo privatistico (vedasi: Corte di cassazione Sezioni unite civili Sentenza 27 marzo 2017, n. 7759; Consiglio di Stato – Adunanza Plenaria della Commissione Speciale del 14 marzo 2017; art. 19 1° co. D.Lgs. 175/2016).
Solamente a partire dal Decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 175 e s.m.i. (c.d. Decreto Madia), è stato disposto, all’art. 19 c. 2., che: «Le società a controllo pubblico stabiliscono, con propri provvedimenti, criteri e modalità per il reclutamento del personale nel rispetto dei principi, anche di derivazione europea, di trasparenza, pubblicità e imparzialità e dei principi di cui all’articolo 35, comma 3, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165. In caso di mancata adozione dei suddetti provvedimenti, trova diretta applicazione il suddetto articolo 35, comma 3, del decreto legislativo n. 165 del 2001».
Ciip spa, anticipando quanto stabilito successivamente dal legislatore nel citato decreto, ha adottato volontariamente e già prima della entrata in vigore di simile disposizione, con delibera del Consiglio di Amministrazione 58 del 21 aprile 2015, un proprio regolamento per il reclutamento del personale dipendente. Da tale data l’accesso di personale in Ciip avviene esclusivamente per selezioni ad evidenza pubblica in conformità al Regolamento adottato.
Anteriormente al 2015 il Consiglio di Amministrazione della Ciip spa ha adottato un unico atto (delibera n. 112 del 22 dicembre 2011) per la stabilizzazione, mediante assunzione a tempo indeterminato, di 13 unità di personale precario, già presente in azienda a vario titolo, sin dal 2008-2009 e, quindi, prima dell’inizio dell’incarico del presidente Giacinto Alati.
Tale provvedimento, quindi, è stato assunto per regolarizzare e stabilizzare 13 persone che da anni avevano rapporti di lavoro iniziati e prolungati a partire dall’anno 2009, in ragione sia della professionalità acquisita ed espressa sino a quel momento, sia per il permanere dei carichi di lavoro e delle esigenze di personale che avevano determinato le originarie assunzioni.
Ogni assunzione, a partire dal 2010 ad oggi, è stata effettuata mediante procedimento ad evidenza pubblica condotto da apposita Commissione di esame nominata dall’organo aziendale competente, di cui i membri del consiglio di amministrazione non hanno mai fatto parte.
Nel fornire quindi le precedenti precisazioni rispetto alle diffamatorie accuse che vengono da tempo rivolte all’operato della Ciip Spa, si invita a cessare simili comportamenti senza alcun fondamento dovendo, in caso contrario e ove gli stessi perdurassero, trovare infine adeguata tutela e salvaguardia nelle opportune sedi nell’interesse dell’azienda e di tutta la sua struttura”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X