facebook twitter rss

Zefiro nel programma
della special edition on line
di Bologna Children’s Book Fair

CULTURA - All'evento internazionale, la casa editrice fermana dà lezioni virtuali per scoprire come una storia si trasforma in libro
Print Friendly, PDF & Email

C’è sempre una storia da raccontare…anche in giorni come questi, giorni in cui tutto si ferma all’improvviso e il Coronavirus, da perfetto sconosciuto, si trasforma in un nemico da combattere restando distanti sì, ma vicini più che mai. Allora c’è più tempo per le storie. Qualcuno le inventa e le racconta, altri le ascoltano e tutti le condividiamo. “C’è sempre una storia da raccontare” è anche il titolo di un format creato dalla casa editrice Zefiro, guidata da Carlo Pagliacci, per portare nelle scuole, in collaborazione con l’associazione degli editori indipendenti (Adei), le iniziative legate al Bologna Children’s Book Fair.

“Si tratta – spiegano proprio dalla Zefiro – di un evento annuale, nato nel 1964, dedicato all’editoria per l’infanzia. Da Bologna, nel tempo, è riuscito ad affermarsi come una delle più importanti fiere del settore a livello internazionale. Editori, agenti letterari, scrittori ed illustratori, stampatori ed un intero mondo che, nonostante lo stop imposto dal Covid-19, ha scelto di non fermarsi e di mettere in piedi per questo 2020 una special edition on line per condividere virtualmente giornate di lavoro e di incontro con la comunità internazionale del libro per ragazzi.
Nel calendario del Bologna Children’s Book Fair, dal 7 al 29 maggio, figura anche una pregevole ed articolata iniziativa che va sotto il nome di ‘Sarà un libro – L’incredibile viaggio di un’idea, dalla fantasia alle pagine stampate’. Si tratta di una serie di incontri digitali tra i giovani lettori e chi i libri li fa, per conoscere meglio che cosa succede dietro le quarte di copertina. Un’occasione per toccare con mano, ma da lontano, tutte le fasi della realizzazione di un volume, dalla scelta di pubblicarlo all’arrivo in libreria, in compagnia di chi per professione con passione, competenza e creatività, se ne occupa. Molte delle più importanti case editrici italiane di settore, Babalibri, Edizioni Piuma, Uovonero ed altre si rivolgono alle scuole di ogni ordine e grado attrezzate con una piattaforma per la didattica a distanza”.

E tra nomi prestigiosissimi figura anche, unica realtà marchigiana, la Zefiro. “Ogni editore realizzerà incontri destinati alle classi che, attraverso i loro insegnanti, ne faranno richiesta. Partecipare è semplicissimo. Sul sito associazioneadei.it si possono conoscere i progetti degli editori e contattarli per concordare l’incontro on line.

“Si lavora sulla creatività e la fantasia, e sul valore delle storie che stanno dietro ad ogni sollecitazione che può avere un bambino, dal videogame al fumetto, dal cartone animato al libro… L’idea di ‘C’è sempre una storia da raccontare’ è spiegare come lo scrittore possa essere il creatore di un mondo dove può succedere di tutto, l’unico limite è la fantasia e la capacità di scrittura. Ovviamente questo mondo inventato può diventare il soggetto di un libro – dice Carlo Pagliacci – ed è questa la scommessa da vincere perché una storia si trasformi in un libro”. Tante le storie dedicate ai bambini e ai ragazzi già nel catalogo della casa editrice e tra queste ‘Musi lunghi’ di Marco Moschini, l’autore che, al fianco dell’editore, parteciperà agli incontri in classe per far sperimentare ai bambini un’esperienza virtuale sorprendente.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X