facebook twitter rss

Tari: famiglie in difficoltà
e strutture ricettive, il 9 ottobre termine
per chiedere contributi di riduzione

FERMO - La domanda potrà essere compilata attraverso due modalità: on line, sul sito ufficiale dell’Ente sul link www.comune.fermo.it o con il modello cartaceo che potrà essere ritirato presso l’Ufficio Tributi del Comune o scaricato sempre dal sito internet www.comune.fermo.it
Print Friendly, PDF & Email

In considerazione dell’emergenza sanitaria da Covid-19 che ha determinato conseguenze sul piano economico, occupazionale e produttivo, l’amministrazione comunale di Fermo ha varato a giugno, cui è seguita l’approvazione del Consiglio Comunale il 10 luglio, una serie di provvedimenti a beneficio e a sostegno delle famiglie in difficoltà, delle attività economiche e delle strutture ricettive della città, circa il pagamento della Tari (tassa dei rifiuti), con consistenti abbattimenti dei costi.

“Quest’anno siamo venuti incontro alle famiglie e alle attività in varie modalità – le parole del sindaco Paolo Calcinaro – come richiesto c’è il modulo unico per chi vuole pagare la Tari in un’unica soluzione, anziché con le due rate; c’è il bando aperto per la riduzione e l’abbattimento della tariffa per redditi inferiori a 19 mila euro di Isee per nuclei maggiormente in difficoltà. Come noto per le imprese abbiamo fatto un grandissimo sforzo e per una maggiore ottimizzazione gli invii degli avvisi per attività artigianali e produttive avverranno via Pec”.

Dunque, c’è tempo fino al 9 ottobre per inoltrare la domanda con cui partecipare a due bandi che prevedono, in particolare la riduzione della tassa del 50% per le famiglie in difficoltà economica (gli anni scorsi era del 33%) e la riduzione del 75% della parte variabile della Tari 2020 per le strutture turistico-ricettive. Il Comune di Fermo ha destinato uno specifico fondo per erogare un contributo rivolto agli esercenti di attività di Bed & Breakfast, affittacamere e similari, ossia quelle attività turistico ricettive di natura extra alberghiera (disciplinate dagli artt. 21 e segg. della Legge Regionale Marche n. 6 dell’11/07/2006).

La domanda potrà essere compilata attraverso due modalità: on line, sul sito ufficiale dell’Ente sul link www.comune.fermo.it o con il modello cartaceo che potrà essere ritirato presso l’Ufficio Tributi del Comune o scaricato sempre dal sito internet www.comune.fermo.it.

“Si ricorda inoltre che, come deliberato a giugno dall’amministrazione comunale, alla Tari di diverse tipologie di attività commerciali e artigianali interessate dagli effetti della pandemia da Covid-19, come ad esempio pubblici esercizi, negozi ecc – spiegano dall’ente – sono stati applicati abbattimenti della parte variabile della tariffa, con percentuali che vanno dal 25 al 100%, a seconda della tipologia di attività. Le riduzioni sono state già inserite d’ufficio negli avvisi di pagamento in corso di recapito. E a proposito, come annunciato nei mesi scorsi dall’Amministrazione Comunale, l’invio degli avvisi di pagamento della Tari 2020 (rimasta invariata rispetto al 2019 salve le riduzioni per le attività commerciali) per venire incontro alle difficoltà di famiglie ed attività produttive, è stato prorogato alla fine del mese di settembre, per cui in questi giorni vengono recapitati alle famiglie, a domicilio, con il servizio erogato da Poste Italiane, alle aziende e agli artigiani, con partita iva, via Pec (come da dati Cciaa) e solo in via residuale attraverso il servizio postale. Gli avvisi Tari 2020 (con modelli F24 precompilati allegati), potranno essere pagati (alle Poste o in banca) attraverso due soluzioni, a scelta: due rate (e non tre, come lo scorso anno), con scadenza rispettivamente 31 ottobre 2020 e 15 dicembre 2020 o rata unica: entro il 31 ottobre 2020.
Entro il mese di ottobre, inoltre, verrà pubblicato il bando per la riduzione della Tari alle famiglie con figli universitari fuori sede. Per informazioni: Sportello Tributi – Comune di Fermo – tel. 0734. 284232-224-337 – tributi@comune.fermo.it protocollo@pec.comune.fermo.it. In ottemperanza alle disposizioni nazionali anti Covid, l’Ufficio Tributi riceve esclusivamente in presenza solo previo appuntamento (telefonando il lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 13 alle ore 14 e il martedì e il giovedì dalle 9 alle 14 oppure richiedendolo via mail)”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X