facebook twitter rss

Sostegno alla creazione d’impresa,
tutte le agevolazioni del bando

CONFARTIGIANATO ha illustrato i principali aspetti che saranno previsti dall’avviso, la cui pubblicazione è attesa intorno alla metà di febbraio
Print Friendly, PDF & Email

 

Giorgio-Menichelli-e1599130206265-325x243

Giorgio Menichelli, segretario generale Confartigianato Macerata

 

Informare i cittadini sulla prossima uscita del bando che sarà emesso dalla regione Marche per il sostegno alla creazione di impresa. Di questo ha trattato il webinar organizzato ieri da Confartigianato Imprese Macerata-Ascoli Piceno-Fermo. All’incontro online, che ha visto la partecipazione di oltre 200 utenti, sono intervenute le funzionarie della regione Marche Roberta Maestri e Simona Pasqualini, che hanno illustrato i principali aspetti che saranno previsti dall’avviso, la cui pubblicazione è attesa intorno alla metà di febbraio.

«La misura si rivolgerà ai Comuni esclusi dalle aree di crisi, oggetto di altro intervento di agevolazione e nello specifico i Comuni ricadenti nello Snai Alto Maceratese e negli Iti Urbani, che hanno individuato come priorità l’intervento di sostegno alla creazione d’impresa. Le aree di Comuni interessati saranno individuate da un apposito allegato che verrà pubblicato unitamente all’avviso – si legge nella nota di Confartigianato -. Potranno presentare la domanda i soggetti residenti in uno dei Comuni interessati, maggiorenni e che risultino in stato di disoccupazione al momento della domanda stessa. Altra condizione di partecipazione è che il soggetto non sia titolare di partita iva, neppure in stato inattivo: l’apertura della partita iva dovrà avvenire soltanto dopo la presentazione della domanda – prosegue il comunicato -. L’agevolazione consisterà in un contributo a fondo perduto, riconosciuto in conformità al regime di aiuto “de minimis”, che verrà erogato in due tranches. Una prima, pari a 15mila euro, sarà erogata se il soggetto che ha proposto la domanda dimostra di aver avviato l’attività entro quattro mesi dall’ammissione al contributo. La seconda, potrà essere riconosciuta se il soggetto beneficiario intende creare, oltre alla propria posizione occupazionale, ulteriori posti di lavoro. Nello specifico potrà ottenere 5mila euro per ogni occupato a tempo determinato di durata almeno biennale, e 10mila euro per ogni occupato a tempo indeterminato fino ad un massimo contributo di 20mila euro. Potranno accedere al contributo le imprese che saranno costituite in qualunque forma giuridica, nonché gli studi professionali. La presentazione delle domande, che dovranno essere compilate telematicamente secondo la procedura informatica della piattaforma Siform2, avverrà nell’ambito di finestre temporali che si susseguiranno entro il 2 agosto, salvo chiusura anticipata dello sportello per esaurimento fondi – conclude la nota -. Confartigianato, attraverso il proprio ufficio contributi pubblici alle imprese presente nelle sedi delle tre province, offrirà assistenza e consulenza nella redazione dei progetti e nella preparazione documentale necessaria alla presentazione della domanda, oltre a seguire l’iter fino all’erogazione del contributo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti