facebook twitter rss

Vandalismo e aggressioni sugli autobus, summit con il Prefetto: “Aumento dei controlli e videosorveglianza per individuare i responsabili”

PREFETTURA E SICUREZZA - Sempre sul tema della pubblica sicurezza, altro argomento trattato in sede di Comitato è stato l’episodio della rapina verificatosi nei giorni scorsi presso il supermercato COAL di Servigliano. Convocato e presente in collegamento anche il Sindaco del Comune, dott. Marco Rotoni, il quale ha espresso la preoccupazione del territorio di riferimento per un reato di questo tipo, riconoscendo allo stesso tempo come sia stata immediata l’attivazione delle Forze dell’Ordine nell’espletamento delle indagini e alto il livello percepito di attenzione sull’episodio
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

Nel pomeriggio di ieri su convocazione del Prefetto di Fermo Vincenza Filippi, si è riunito in videoconferenza il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. “L’attivazione del tavolo – spiegano dalla Prefettura –  anche su impulso dell’azienda che si occupa del trasporto pubblico locale in provincia, la Steat, è stata decisa per analizzare il fenomeno degli episodi di vandalismo e di aggressione che nei giorni scorsi si sono registrati ai danni degli autisti e del personale dell’azienda di trasporto pubblico locale, specie da parte di alcuni ragazzi spesso dediti all’abuso di bevande alcoliche. Questo tipo di episodi, che mettono in luce da parte dei responsabili un sentimento di aperta reticenza al rispetto delle regole, anche quelle relative al contenimento del contagio da Covid-19, costituiscono motivo di particolare preoccupazione in quanto possono determinare situazioni di potenziale rischio, tanto per il personale quanto per l’utenza del trasporto pubblico locale, sollecitando pertanto un più deciso intervento da parte delle Forze dell’Ordine”.

Il Prefetto, raccogliendo le preoccupazioni esposte al Tavolo da Fabiano Alessandrini, Presidente della Steat, si è mostrato particolarmente sensibile al tema: “Dal momento che atteggiamenti di questo tipo senza dubbio tradiscono un possibile e più diffuso disagio giovanile acuito in questi mesi dalle circostanze legate alla pandemia, le quali,  com’è noto,  hanno comportato a lungo, e con impatto negativo sulla socialità dei più giovani, il ricorso alla didattica a distanza, e pertanto si tratta di segnali che non vanno assolutamente ignorati né tantomeno sottovalutati. Questa la ragione per cui, oltre a prevedere nei riguardi di tali comportamenti un’intensificazione dell’azione sia preventiva di controllo che repressivo-sanzionatoria, ricorrendo nei casi più gravi anche all’impiego delle Forze di Polizia, specie sulle tratte relative alle località maggiormente colpite dal fenomeno, è stato opportunamente evidenziato come sia fondamentale accompagnare tale azione con un’efficace e complementare attività di sensibilizzazione sul rispetto delle regole della convivenza civile e del più generale principio di legalità. Un’azione che, a partire dai genitori, passando per il mondo della scuola e per il contributo delle amministrazioni locali, è chiamata a concorrere complessivamente nel contrasto o contenimento sul nascere di questo tipo di fenomenologia”.

Inoltre, grazie alla collaborazione delle amministrazioni comunali, allo scopo di garantire l’efficacia di tali misure è stato previsto anche il ricorso ai sistemi di videosorveglianza di cui esse già dispongono, da impiegare come ausilio nelle indagini per la ricerca e l’individuazione dei responsabili di tali comportamenti, concentrando l’attenzione sui punti di maggiore aggregazione, dove alto è il rischio anche di assembramenti in violazione delle norme anti-contagio, come ad esempio nei pressi delle fermate o delle stazioni ferroviarie. Contestualmente è stata anticipata l’intenzione da parte delle medesime amministrazioni comunali di adottare nei prossimi giorni specifici provvedimenti volti a contrastare il fenomeno dell’uso e abuso di sostanze alcoliche da parte dei minori, replicando misure già in passato adottate in modo analogo.

Sempre sul tema della pubblica sicurezza, altro argomento trattato in sede di Comitato è stato l’episodio della rapina verificatosi nei giorni scorsi presso il supermercato Coal di Servigliano. Convocato e presente in collegamento anche il Sindaco del Comune, dott. Marco Rotoni, il quale ha espresso la preoccupazione del territorio di riferimento per un reato di questo tipo, riconoscendo allo stesso tempo come sia stata immediata l’attivazione delle Forze dell’Ordine nell’espletamento delle indagini e alto il livello percepito di attenzione sull’episodio, come dimostra la convocazione in Comitato da parte dell’Ufficio Territoriale del Governo, segno di una reattività delle Istituzioni in grado di rassicurare la comunità locale sul piano della percezione della sicurezza.

Attimi di tensione nell’autobus, Rutolini: “Ennesimo episodio, esporremo il problema alla Prefettura”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti