facebook twitter rss

Sutor, il rinforzo nel pitturato è Leonardo Marini

SERIE B - 205 centimetri per 100 chilogrammi, prelevato dai Tigers Cesena. Alla corte di coach Marco Ciarpella arriva il pivot necessario per alimentare il pacchetto lunghi, reparto in deficit dopo i saluti con Stanzani e l'indisponibilità di Tibs
Print Friendly, PDF & Email

 

Il nuovo pivot sutorino, Leonardo Marini

MONTEGRANARO – Leonardo Marini è il nuovo centro della Sutor Basket.

Nato a Padova il 18 settembre del 1995 è alto 205 cm per un peso di 100 kg.

Carriera – Ha iniziato nelle giovanili del Petrarca Padova per poi passare alla corte della Mens Sana Siena.

Due anni con il Petrarca Padova, dal 2010 al 2012 poi a Siena prima nella Mens Sana appunto, poi un anno nel Costone. Nella stagione 2014/15 è in forza a Trieste in serie A2 dove totalizza 25 presenze e 125 punti. L’anno successivo prosegue in suo percorso di crescita sempre in A2 con Recanati, per lui 29 presenze e 109 punti.

Rimane in categoria anche l’anno successivo con la Npc Rieti, 15 le sue presenze con la compagine reatina. Nel 2018/19 arriva in serie B a Corato dove totalizza 28 presenze e segna 335 punti con una media di 12 punti a partita. Nel 2019/20 passa ai Lions Bisceglie sempre in serie B, 23 presenze e 252 punti con una media di 11 punti a gara. La stagione attuale l’ha iniziata a Cesena, con i Tigers, dove ha chiuso la sua esperienza con il 38% da tre punti, il 52% da due e il 71% ai tiri liberi.

Il nuovo pivot esordirà nella Sutor Montegranaro sabato prossimo, 3 aprile, in occasione della gara interna contro la Goldengas Senigallia e indosserà la canotta numero 6.

“La scelta di venire a Montegranaro – ha detto Leonardo Marini – è arrivata perché sono stato cercato e voluto fortemente da coach Marco Ciarpella. Ho subito capito che la società riponeva molta fiducia nei miei confronti, conoscendo l’ambiente e la tifoseria molto calda non ho esitato. Voglio dare una mano alla squadra a raggiungere l’obiettivo prefissato e questa con la Sutor è anche una sfida personale perché volevo rimettermi in gioco. La situazione attuale di classifica non è facile, cercheremo fino in fondo di fare il meglio possibile pensando partita per partita. A livello personale posso dare a questa squadra centimetri e fisicità per diventare un punto di riferimento nell’area pitturata visto che sotto canestro nelle ultime prestazioni la Sutor ha subito parecchio il gioco degli avversari”.

 

Articolo correlato: 

Nuova amarezza Sutor, a Vicenza arriva la seconda sconfitta della fase ad orologio


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti