facebook twitter rss

Riccardo Paniccià, alias RickyGas, conquista nuovamente la Coppa Italia Aci

GO KART - Un successo costruito lentamente nello scorso weekend, con la scalata all'apice dei piloti afferenti alla categoria X30 Junior iniziata il giovedì e culminata nella finale della domenica. Il tutto all'interno del circuito di Arce, in provincia di Frosinone, contesto dove il dodicenne fermano ha replicato, nella categoria superiore, il prestigioso risultato a tinte tricolori già acquisito nel 2020
Print Friendly, PDF & Email

 

Il dodicenne Paniccià durante la gara

PORTO SAN GIORGIO – Riccardo Paniccià, dodicenne pilota fermano, nel fine settimana scorso, sul circuito internazionale di Arce, in provincia di Frosinone, si è nuovamente aggiudicato la Coppa Italia Aci, replicando il titolo nazionale fatto proprio nel 2020.

Un risultato che, rispetto al recente passato, è decorato di maggior prestigio in quanto realizzato nella categoria X30 Junior. RickyGas, appellativo del giovane Paniccià presso i principali canali social, è stato impegnato già dal giovedì nelle prime sessioni di prove libere, mettendosi subito in luce tra i 30 piloti iscritti alla categoria, mandando a referto già dai primi turni tempi di riferimento per la categoria.

Nelle qualifiche del sabato il cambiamento delle condizioni meteo, con la pioggia protagonista in negativo già dai primi minuti della sessione, ha contribuito a relegare Paniccià al quinto tempo. In prefinale, però, il pronto riscatto e la conquista della seconda posizione al termine di un duello molto acceso, culminato con un contatto all’ultima curva. Nella finale, dopo un difficilissimo avvio dalla seconda posizione, Paniccià cedeva giri e diverse posizioni a causa degli pneumatici, che non lavoravano come nei giorni precedenti. Da metà gara, la svolta, con RikyGas lesto a ritrovare il giusto passo per raggiungere il gruppo di testa.

Negli ultimi tiratissimi giri riusciva persino a raggiungere ed a mantenere la seconda posizione, appena dietro al pilota austriaco Weixelbaumer che vinceva la finale ma, per regolamento, a non aggiudicarsi il titolo Italiano, finito pertanto nel palmares del giovane pilota conterraneo. “E’ stata una bellissima gara, contro piloti forti e veloci – spiega il diretto protagonista ai piedi del podio -. Dopo un avvio molto difficile, a palesarsi tale nei primi giri, ho trovato a seguire il giusto passo per recuperare posizioni, ed ho combattuto fino all’ultimo istante dando tutto quello che potevo, cercando di sbagliare il meno possibile. Voglio ringraziare il meccanico Alfredo Cicconi, il motorista Domenico Lofiego, la mia famiglia, i miei sponsor e tutti i miei supporters”.

“Sono molto felice perché in appena cinque anni di attività è già la quarta volta che entro nell’Albo d’ Oro dei campioni dell’ Aci Sport”, il congedo del giovanissimo campione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti