facebook twitter rss

SHOCK AL PORTO Trovato un cadavere in acqua: accertamenti sull’identità dell’uomo

PORTO SAN GIORGIO - A trovare la salma sono stati i sommozzatori dei vigili del fuoco presenti in città, in questi giorni, per le ricerche di una persona di cui non si hanno notizie da dieci giorni
Print Friendly, PDF & Email

 

 

di Giorgio Fedeli

Shock oggi pomeriggio intorno alle 15 al porto turistico. Un cadavere è stato trovato sullo scivolo del porto turistico, quello utilizzato dalle imbarcazioni per entrare in acqua. Sul posto i Carabinieri, la Polizia di Stato, la Guardia Costiera e i vigili del fuoco del comando provinciale di Fermo e del reparto sommozzatori di Teramo. In acqua anche i sommozzatori della Guardia Costiera

Al momento non si conoscono ulteriori dettagli, men che meno l’identità della vittima. Si tratterebbe, comunque, di un uomo. La salma è in avanzato stato di decomposizione. Dopo il ritrovamento sono state subito allertate l’Autorità giudiziaria e la Prefettura. A fare la macabra scoperta, i sommozzatori dei vigili del fuoco, a Porto San Giorgio in questi giorni per le ricerche di una persona di cui non si hanno più notizie da 10 giorni.

“Nell’ambito delle diverse attività di ricerca, coordinate mediante l’attivazione della Cabina di Regia prevista dal Piano prefettizio per la ricerca delle persone scomparse, oggi, per effetto delle operazioni svolte a cura dei Vigili del Fuoco congiuntamente al personale della Capitaneria di Porto – confermano dalla Prefettura di Fermo – è stato rinvenuto il cadavere di un uomo in evidente stato di decomposizione, nel tratto di mare di Porto san Giorgio antistante l’area portuale, presumibilmente identificabile in un soggetto di recente scomparso nel territorio della provincia fermana. L’Autorità giudiziaria, informata dei fatti, ha disposto gli accertamenti a cura della competente Stazione dei Carabinieri per la compiuta identificazione della salma”.

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti