facebook twitter rss

Il parco di Sant’Elpidio Morico intitolato al Milite Ignoto. Gualtieri: «Ricordare il passato per costruire un futuro senza guerre» (Le Foto)

MONSAMPIETRO MORICO - Questa mattina alle 11,30 nella frazione di Monsampietro Morico l'intitolazione al Milite Ignoto alla presenza delle più alte cariche civili, militari e religiose
Print Friendly, PDF & Email

servizio di Simone Corazza

«Davvero molto significativa è stata la mattinata odierna che ci ha onorati di tanta condivisione per l’intitolazione del parco di Sant’Elpidio Morico al Milite Ignoto, una celebrazione a cui hanno preso parte autorevoli autorità tra cui Guido Bertolaso, il generale Aiosa (presidente medaglie oro al valor militare), il colonnello Paglia, medaglia oro al valor militare e consigliere del ministro della difesa, il prefetto di Fermo, Filippi, l’arcivescovo di Fermo, monsignor Pennacchio, e il questore di Fermo, Romano. Presente anche il presidente delle Marche, Acquaroli». Con queste parole, ricche di emozione e orgoglio, il sindaco di Monsampietro Morico, Romina Gualtieri, ha commentato l’intitolazione del parco della frazione del suo Comune al Milite Ignoto.

«Presenti anche il generale Cardea, Capo di Stato Maggiore della divisione Vittorio Veneto, in rappresentanza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, il generale Serino, nonché in rappresentanza del Capo di Stato Maggiore della Difesa, ammiraglio Cavo Dragone, il generale Salticchioli, comandante regionale carabinieri in rappresentanza del comandante generale dell’Arma dei carabinieri, il generale Luzi, il capitano di vascello Surico in rappresentanza del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, l’ammiraglio Credendino. Presenti anche il il colonnello Regina in rappresentanza del comandante generale della Guardia di Finanza, il generale Zafarana, il colonnello Brunetto, comandante regionale dell’Esercito, il comandante provinciale dell’Arma dei carabinieri, il colonnello Troiani, quello della compagnia dell’Arma di Fermo, il tenente colonnello Gismondi, il comandante della compagnia dell’Arma di Montegiorgio, il capitano Canale, il maresciallo Marcattili, il primo reggimento granatieri di Sardegna in grande uniforme storica, la schierante in armi ed il 235 piceno, l’associazioni combattentistiche dei bersaglieri, dei granatieri, della polizia, il vice comandante dei vigili del fuoco di Fermo, l’ingegner Borracini. E ancora il direttore regionale dell’ufficio scolastico, il dottor Filisietti, il direttore dell’Area vasta 4, il dottor Grinta, la presidente dell’ordine dei medici di Fermo, la dottoressa Calcagni, il presidente della Provincia di Fermo di Fermo, Ortenzi, il presidente dell’associazione carabinieri motorday, la scuola e gli allievi e le insegnanti della Giovanni Paolo II di Monsampietro Morico, di Montottone, di Montegiorgio con le insegnanti e la preside, l’istituto alberghiero Tarantelli di Porto Sant’Elpidio con la preside, la Misericordia di Montegiorgio».

«L’amministrazione che mi onoro guidare dal 2009, dopo aver conferito la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto (primo Comune nelle Marche e nono a livello nazionale), ha ritenuto atto dovuto l’intitolazione del parco, ridonato alla cittadinanza per la generosità di donne e uomini, la gran parte appartenenti alle forze armate e associazione ccmotorday, e a lungo rimasto senza nome, a quel giovane che racchiude in sé il sacrificio generosamente donato alla pPatria. A quel giovane che, al termine della Grande Guerra, rimase ignoto, mai identificato per le gravi ferite che ne resero irriconoscibile il corpo, fu scelto da una mamma tra 11 bare, a significare gli undici più cruenti campi di battaglia. Ricordare il passato per costruire il futuro e per scongiurare conflitti». Il pensiero della Gualtieri va «a chi ci ha donato e sta donando la vita, sia su terreni di guerra che in missioni di pace, senza nulla pretendere. Possiamo e dobbiamo impegnarci a custodire i valori, che a volte noi adulti poco incarniamo, di coraggio, onore e lealtà, per restituire ai nostri figli o nipoti, quella terra che abbiamo ricevuto, libera unita e democratica».

 

 

Il parco di Sant’Elpidio Morico intitolato al Milite Ignoto. Gualtieri: «Siamo il primo Comune nelle Marche»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti