facebook twitter rss

Il 118 festeggia i 30 anni di servizio. Ecco il programma delle celebrazioni a Fermo

118 - Anpas Marche con Regione e Asur domani nelle piazze di Ancona, Macerata, Ascoli Piceno Fermo e Pesaro per celebrare i 30 anni dalla fondazione. A Fermo si terrà dalle 10 alle 18 a Piazza del Popolo
Print Friendly, PDF & Email

Cliccare per ingrandire

I volontari di Anpas Marche in prima linea con la Regione Marche e l’Asur domani sabato 04 giugno per la giornata celebrativa del trentennale del Sistema di Emergenza Territoriale (Set) “118” che si svolgerà nelle piazze principali dei capoluoghi di provincia, Ancona, Pesaro, Fermo, Macerata e Ascoli Piceno dalle ore 10 alle 18. Fermo ospiterà l’evento a Piazza del Popolo. La pubblica assistenza sarà posizionata sul versante della piazza sotto il loggiato di San Rocco. Qui le componenti del sistema di soccorso illustreranno alla popolazione le procedure, i mezzi, le professionalità, nonché le tecniche di rianimazione cardiopolmonare e le manovre di disostruzione pediatrica tramite l’ausilio di manichini da addestramento. Nel Sistema di Emergenze Territoriali Anpas Marche gestisce oggi 46 postazioni di soccorso di base con proprio personale, inoltre 3 postazioni di soccorso avanzato con automedica e 2 postazioni di soccorso avanzato con ambulanza con personale misto Anpas/Asur. I 440 mezzi di soccorso Anpas nel 2021 hanno effettuato 65.729 interventi “118” per un totale di 1.721.358 km percorsi, grazie all’apporto dei suoi 5.838 volontari e di 322 dipendenti.

«Nel 1992, quando fu emanata la legge che ha istituito il “118”, le associazioni di Pubblica Assistenza Anpas già esistevano da più di un secolo ed assicuravano un servizio di soccorso di base alla popolazione in ogni luogo e soprattutto nelle zone più remote – Ha spiegato il presidente di Anpas Marche Andrea Sbaffo – Con l’istituzione del Sistema di Emergenza Territoriale “118” e quindi di una rete di emergenza extra ospedaliera, in Regione fu presa la saggia decisione di non annullare l’importante patrimonio umano e culturale già esistente, ma di integrarlo invece con l’inserimento di personale dedicato al soccorso avanzato in aggiunta al soccorso di base». Da allora, Il personale volontario si è uniformato nei propri percorsi formativi alle specifiche linee guida emanate dalla Regione Marche per tutte le componenti del sistema per svolgere professionalmente ed al meglio il proprio incarico, di base o avanzato. Oggi, grazie alla Pubbliche Assistenze Anpas, ai Comitati Locali Croce Rossa ed alle Confraternite della Misericordia, il sistema di emergenza 118 fornisce a tutti i cittadini in maniera capillare e quindi tempestiva, il soccorso di base e laddove necessario per la gravità dell’evento, anche l’intervento del soccorso avanzato con equipe medico e infermiere.

A riguardo si è espresso anche l’assessore regionale alla sanità, Filippo Saltamartini: «Il 27 marzo del 1992 venne istituito, con decreto del Presidente della Repubblica. Il 118 è diventato un punto di riferimento insostituibile per la sanità». Per Nadia Storti, direttore generale di Asur Marche «il sistema di emergenza territoriale 118 rappresenta un anello fondamentale del sistema sanitario che entra nelle case dei cittadini, interviene in qualsiasi luogo nelle situazioni più critiche ed emergenziali». Alle 10.30 interverranno il direttore dell’Area vasta 4 Asur Roberto Grinta ed il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro per un saluto istituzionale a militi e soccorritori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti