Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook twitter rss

Castelli commissario alla Ricostruzione, la ‘benedizione’ dei sindaci del Fermano: «Nome giusto al posto giusto»

LE REAZIONI tutte in positivo di svariati sindaci della nostra provincia alla notizia della nomina del senatore ascolano alla guida della Ricostruzione. Parole di velluto anche per Legnini

Guido Castelli

 

Una notizia accolta positivamente, anche in chiave bipartisan, dai sindaci del Fermano quella legata alla nomina a commissario per la Ricostruzione del senatore Guido Castelli. Dopo quello del primo cittadino del comune capoluogo del Fermano, Paolo Calcinaro, arriva il plauso dei sindaci del nostro territorio. Con due leit motiv: quello della “persona giusta nel posto giusto”, e quello legato ai trascorsi di Castelli che gli consentiranno, questa la convinzione di molti sindaci, di imprimere un’ulteriore accelerazione alla ricostruzione post sisma. Con parole di velluto anche per l’attuale commissario Legnini. Ecco dunque i commenti di diversi sindaci del Fermano, riportati in ordine alfabetico.

 

 

 

Alberto Antognozzi

«Fermo restando che va riconosciuto a Legnini il lavoro con cui, dopo i suoi predecessori, è riuscito ad imprimere un’accelerazione alla ricostruzione, insomma un commissario capace, credo che la nomina di Castelli – il parere di Alberto Antognozzi, sindaco di Grottazzolina – non può non essere valutata positivamente. Come assessore alla Ricostruzione ha dimostrato di essere competente e capace. Credo che sarà in grado di dare un’ulteriore accelerazione alla Ricostruzione, un’accelerazione necessaria, superando alcuni inghippi burocratici che ancora ci sono e che ritardano l’avvio di tante opere sia private che pubbliche, ancora al palo. E anche noi ne abbiamo esperienza. Valuto questa nomina in maniera molto positiva. Sono convinto che sarà in grado di lavorare bene a beneficio di tutto il territorio».

Ivano Bascioni

«E’ una notizia positiva. Avere un referente che conosce il nostro territorio e gli amministratori locali, e che ha l’esperienza in quanto ha fatto il sindaco in un Comune colpito dal sisma, comporta indubbi vantaggi», le parole di Ivano Bascioni, sindaco di Belmonte Piceno.

Gianmario Borroni

«Una buona notizia per la Ricostruzione. Guido Castelli ha già dimostrato, ricoprendo la carica di assessore con delega alla ricostruzione, di avere – il giudizio di Gianmario Borroni, sindaco di Monte Rinaldo – competenza e professionalità per ricoprire un ruolo delicato come quello di Commissario Sisma. Mi auspico che possa mettersi a lavoro quanto prima».

Pietro Cesetti

«Legnini ha fatto molto bene e credo che qualsiasi sindaco ha avuto una buona esperienza con lui. Ha velocizzato le pratiche e si è dato molto da fare. Sicuramente su di lui il mio giudizio è più che positivo. Per quanto riguarda Castelli, come assessore alla Ricostruzione è stato molto attivo, competente, conosce il territorio. In ogni caso – l’auspicio di Pietro Cesetti, sindaco di Magliano di Tenna – dobbiamo essere molto fiduciosi. Lo conosco e mi sembra una persona molto affidabile. Dunque anche su di lui un giudizio positivo. Sicuramente non si poteva fare una scelta migliore».

Giorgio Grifonelli

«Mi fa davvero piacere perché avere un marchigiano come commissario alla Ricostruzione sicuramente per noi rappresenta un beneficio enorme. Castelli – il punto di Giorgio Grifonelli, sindaco di Montefalcone Appennino – quando è stato assessore ha dimostrato vicinanza ai territori e anche ai Comuni più piccoli come il mio. Come commissario sicuramente farà altrettanto. La ricostruzione sta andando avanti, non possiamo negarlo, ma c’è ancora molto da fare. E avere un volenteroso come Castelli mi rincuora. Il sisma ha causato, oltre a danni materiali, anche danni indotti, e ha accelerato processi già in atto prima del sisma. Mi riferisco alla crisi delle attività o allo spopolamento soprattutto nei piccoli borghi come il mio.
Qui non abbiamo tuttora una chiesa agibile sul territorio comunale, ci sono ancora persone nelle Cas. La ricostruzione, dicevamo, va avanti ma non va abbandonata dicendo che è ripartita e basta. Serve mantenere un faro acceso sul post-sisma. Sono convinto che Castelli sarà vicino ai nostri territori e si potranno cercare risposte anche a quei danni indiretti di cui parlavo, e su cui non si è mai messo mano veramente. Certo, ci sono territori che hanno pagato il prezzo del terremoto anche con delle vite umane, e meritano tutta l’attenzione possibile, con una ulteriore accelerazione. Avere un secondo commissario marchigiano non era scontato. Castelli è un ex assessore, un ex primo cittadino, e quindi conosce la lingua dei sindaci. Tutto questo mi rincuora. Da assessore si è mostrato disponibile ad ascoltare e anche questa è una dote che un commissario deve avere, ascoltando appunto tutti i territori, indistintamente».

Romina Gualtieri

«Sono particolarmente orgogliosa e onorata di ricevere, come sindaco marchigiano, tanta fiducia dal Governo. E al contempo sono sicura che Castelli non deluderà i sindaci e soprattutto i cittadini che abitano nella zona maggiormente ferita dal sisma. Siamo abbastanza felici di questa notizia», le parole di Romina Gualtieri, sindaco di Monsampietro Morico.

Gaetano Massucci

«Il mio commento non può essere che positivo. Guido – le dichiarazioni di Gaetano Massucci, sindaco di Monte Vidon Combatte – è una persona che conosce bene il territorio ed ha una grande esperienza amministrativa. Potrà e saprà essere vicino sia alle esigenze dei cittadini che a quelle degli amministratori i quali molto spesso si sono trovati in difficoltà nell’opera di ricostruzione strutturale e sociale delle proprie comunità».

«Sono felice per questa nomina. Castelli è una persona che ha dimostrato di conoscere il territorio, anche nelle vesti di assessore regionale con delega alla Ricostruzione. Ha dimostrato di saperne e di capirne. Quindi i risultati sono stati ottimi e apprezzati da tutti. Secondo me – il commento di Luca Pezzani, primo cittadino di Petritoli – è una nomina giusta. E la Ricostruzione può avere un’accelerazione pur apprezzando il lavoro fatto di Legnini. Le capacità della persona, di Castelli, sono fuori discussione».

Luca Piergentili

«Accolgo con grande favore la nomina del senatore Guido Castelli. Se il governo ha deciso di cambiare – la convinzione di Luca Piergentili, sindaco di Sarnano – ha scelto la persona migliore sia per il suo carisma che per la competenza acquisita nei due anni in cui ha avuto la delega alla ricostruzione per la Regione Marche affrontando tutte le questioni con competenza, ascolto e condivisione delle esigenze dei territori attraverso il dialogo continuo con i sindaci. Auguro buon lavoro al nuovo commissario e ringrazio il dottor Legnini per la grande accelerazione che ha impresso alla ricostruzione e che sono certo sarà portata avanti dal suo successore».

Endrio Ubaldi

«Dire che sono felice è dire poco. E’ la persona migliore per ricoprire quest’incarico, una persona di grande esperienza, un amico da 30 anni, una militanza comune ci unisce, prima nel Msi e poi in An. Parliamo di una persona che ha saputo attendere, che ha fatto una lunga gavetta. Me lo ricordo – il punto di Endrio Ubaldi, sindaco di Montegranaro – consigliere comunale di opposizione col Msi ad Offida. Poi come capogruppo in Provincia. Ha un’indiscutibile esperienza e può fare solo del bene al territorio marchigiano e a tutti i Comuni interessati dalla Ricostruzione. Io francamente non avevo dubbi sulla nomina ma tenevo le dita incrociate. Sono felice per lui, Guido è la persona migliore per tutelare i nostri territori da difendere, mi riferisco al territorio di Fermo, a quello di Ascoli, a quello di Macerata e più in generale a tutte le Marche. Una voce autorevole a Roma che può sicuramente rafforzare le nostre istanze».

Fabrizio Vergari

«Sicuramente è una bella notizia, Castelli – chiude il sindaco di Santa Vittoria in Matenano, Fabrizio Vergari – può fare bene, sono convinto che sarà un ottimo commissario. Di lui, come persona, non posso che parlare bene anche se politicamente siamo su sponde diverse. E’ stato un buon sindaco e farà bene anche come commissario che immagino vicino al territorio. Anche lui il sisma l’ha vissuto. Considero dunque questa nomina una buona notizia per quanto riguarda la ricostruzione post terremoto. E’ sicuramente la persona giusta a guidare l’ufficio commissariale del “dopo Legnini”, ha dimostrato come sindaco e come assessore regionale tutta la competenza che lo contraddistingue, è sicuramente la persona giusta al posto giusto. Non posso che augurare al nuovo commissario un buon lavoro».

g.f.

Castelli commissario alla Ricostruzione, Calcinaro: «E’ una sicurezza»

Castelli commissario alla Ricostruzione, la presidente Meloni ha firmato il decreto

 

 

 

 

 

 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti