facebook twitter rss

Quote rosa, Loira: “Ho parlato
con alcune donne
ma non snaturerò la giunta”

PORTO SAN GIORGIO - Il sindaco ha pronta una lettera di replica alla consigliera regionale di Parità che lo ha diffidato a rispettare la legge Delrio: "Risponderò in maniera puntuale”. Candidati a lasciare l'esecutivo, in caso di riassetto, Silvestrini, Gramegna e Marcattili
Print Friendly, PDF & Email

La giunta Loira

di Sandro Renzi
Cosa farà il sindaco Loira nessuno lo sa. Tanto meno i partiti di maggioranza. Anche loro attendono di conoscere la decisione presa dal primo cittadino sul tema delle quote rosa. Il termine ultimo fissato dalle consigliere regionali di parità sta per scadere. Questione di ore. E la diffida notificata un paio di settimane fa all’amministrazione sangiorgese appena eletta, rischia di sfociare un ricorso al Tar che potrebbe far traballare la neo giunta di centrosinistra. “Risponderò in maniera puntuale” assicura il sindaco. Una lettera molto attesa, con destinazione Ancona, infarcita di pareri legali e normativi. All’appello, nella giunta sangiorgese, per soddisfare il dettato della legge Delrio sulla parità di genere, manca infatti una donna. “Ho avuto alcuni colloqui in questi giorni – svela Loira- con rappresentanti del mondo femminile, ma è mia intenzione non snaturare l’attuale esecutivo per il quale ho trovato un assetto ideale”. Il sindaco sta valutando in sostanza se è possibile “soddisfare” il dettato normativo “senza venire meno ai principi che mi hanno ispirato nella composizione della giunta”. Per farlo avrebbe incontrato alcune esponenti del “mondo rosa”. Un tentativo, forse, per sondare il terreno qualora decidesse di mettere mano alla giunta stessa. Cosa che non sembra per ora dietro l’angolo. Poi precisa: “Non basta nominare una donna qualsiasi per stare a posto con la legge, occorre trovare persone anche capaci”. Certo è che il tema delle quote rosa sta monopolizzando la politica sangiorgese e l’opposizione aspetta Loira al varco. Lunedì prossimo in consiglio comunale infatti si discuterà pure una mozione del consigliere di minoranza, Renzo Petrozzi, che impegna il sindaco a rispettare la legge Delrio e quindi a rivedere la composizione della giunta.

Oggi intanto è stato pubblicato all’albo pretorio il decreto del sindaco di nomina degli assessori, datato 29 giugno, ed in premessa non è sfuggito agli occhi di molti il fatto che per la scelta del quintetto “sono state vagliate tutte le possibilità di nomina degli assessori, anche al fine di contemperare i valori del fondamentale e necessario equilibrio politico amministrativo con quello della parità di genere, cercando quindi di individuare idonee personalità per la nomina ad assessore femminile” così si legge. Tentativo che evidentemente non è bastato se le consigliere di parità hanno diffidato Loira solo dieci giorni più tardi, e con lui i sindaci di Sant’Elpidio a Mare e Civitanova Marche per lo stesso motivo, contestando l’assenza delle donne da legge in squadra. Resta infine l’incognita su chi, eventualmente, dovrà essere sacrificato per fare spazio alla quota rosa. La partita che Loira si appresta a giocare lo vede protagonista assoluto ed unico. L’impressione è che i partiti della sua coalizione, a cominciare dal Pd, si siano defilati lasciando la patata bollente in mano al primo cittadino. L’unico punto fermo da cui i dem non si schiodano sono i tre assessori. Se la forbice si abbatterà su Silvestrini, che non ha mai nascosto di poter fare un passo indietro, al suo posto dovrà essere eletta una esponente Pd. Lo stesso dicasi per Gramegna, anche se appare più improbabile la sua esclusione, tanto più che ha la delega da vicesindaco. C’è chi infine scommette sulla revoca del mandato a Marcattili. Uomo di fiducia di Loira, da quest’ultimo fortemente voluto, e per questo motivo intoccabile. A meno che il Tar, chiamato in causa non metta Loira con le spalle al muro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti