facebook twitter rss

Piano di spiaggia ed eventi,
Ferracuti bacchetta la giunta Calcinaro:
“Occorrono più dialogo e condivisione”

FERMO - Il segretario Pd Paolo Ferracuti: "Quello che manca è comunque una vera progettualità complessiva per lo sviluppo della costa nord"
Print Friendly, PDF & Email

Paolo Ferracuti

“Abbiamo particolarmente apprezzato gli sforzi dell’amministrazione comunale nell’opera di riqualificazione iniziata lungo la fascia verde di Casabianca – anche se da verde sta diventando sempre più gialla per via dell’insabbiamento e della mancanza di un opportuna irrigazione – quello che manca è comunque una vera progettualità complessiva per lo sviluppo della costa nord”. Così il segretario del circolo Lido-Capodarco del Partito Democratico Paolo Ferracuti torna a parlare del rilancio della costa fermana.

Ferracuti che spiega:”A partire da un progetto ampio per il turismo costiero dei prossimi anni, che non può che passare dall’attuazione di un Piano Spiaggia moderno ed innovativo, fondamentale per gli operatori balneari e per un’accoglienza di qualità. Sappiamo che l’amministrazione ci sta lavorando da tempo riprendendo il piano della Giunta Brambatti, già bloccato ai tempi dal PD stesso proprio per mancanza di coinvolgimento della popolazione, quindi non riusciamo a comprendere come mai non vi sia stato alcun confronto con tutti i cittadini. Non discutere più sul futuro di questo territorio non è il metodo adatto per affrontare i numerosi problemi dei quartieri, senza condivisione e programmazione si rischiano infatti di commettere errori che poi ci ritroveremo a pagare da qui ai prossimi anni. I tempi sono stretti per intervenire, siamo nel pieno della stagione balneare e ci auguriamo che questa amministrazione non si sottragga ai propri compiti e finalmente operi in sinergia per dotare la costa di un Piano Spiaggia moderno ed adeguato. Noi saremo sempre a disposizione nel fornire idee e proposte, serve però da parte del sindaco la disponibilità al dialogo anche per dare uno spessore culturale al programma di eventi che ogni anno viene nella stagione estiva e che fino ad ora è stata ben al di sotto delle aspettative per una giunta giovane e dinamica”.

Segretario che entra poi nel merito degli eventi: “Speriamo comunque nel buon esito della notte delle meraviglie. Al riguardo riteniamo importante aprire un tavolo di discussione sia con gli operatori turistici che con i comuni limitrofi, per evitare ad esempio lo scenario verificatosi lo scorso sabato in occasione della Notte Fluo sul lungomare fermano. Nelle stesse ore infatti nella vicina Porto San Giorgio si teneva la celebre Notte Rosa, evento che ogni anno richiama migliaia di persone nella cittadina rivierasca e che, anche quest’anno, ha fatto registrare un enorme successo. Al contrario della contemporanea Notte allestita a Lido, evidente esempio della mancanza di condivisione e dialogo tra due comuni vicini che avrebbero tutti gli interessi ad elaborare un cartellone di eventi in sinergia evitando dannose sovrapposizioni. Il successo della Notte Rosa sangiorgese è stato infatti l’insuccesso della Notte Fluo fermana, e ci auguriamo che il dialogo tra Fermo e P.S.Giorgio non sia solo negli articoli dei giornali ma si palesasse nei fatti e possa presto interessare anche il cartellone di eventi per dare il giusto
rilancio al turismo costiero”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti