fbpx
facebook twitter rss

Allarme gelo per 250 pecore,
condensa e temperature polari
nelle tensostrutture (FOTO)

AMANDOLA - Un problema che si è ripresentato anche quest'anno nell'azienda di Massimo Di Mulo, come in altre realtà dell'area montana. In pochi giorni un crollo della produzione di latte stimato oltre il 30%
Print Friendly, PDF & Email

di Andrea Braconi

In pochi giorni ha avuto un crollo della produzione di latte superiore al 30%. Le cause? Le temperature impossibili all’interno delle tensostrutture allestite dopo le pesanti scosse di terremoto. “Ho 250 pecore Lacaune, una razza francese che teme il freddo, e ho la sensazione di averle quasi portate a morire” commenta con amarezza Massimo Di Mulo, allevatore residente in Contrada Calvaresi ad Amandola.

“La situazione è presto detta – commenta Di Mulo -: in queste tensostrutture è impossibile allevare animali. Stamattina era tutto ghiacciato, la temperatura è parecchio sotto lo zero e c’è condensa ovunque. Queste sono strutture non assolutamente adatte, soprattutto per gli animali da latte. La Regione mi ha dato 3 tensostrutture, una singola e due accoppiate, perché il terremoto ha danneggiato le mie stalle. E queste sono state le prime, quindi le peggiori: da quello che so, nel secondo appalto ci sono anche ventilatori che portano via la condensa e perciò ghiaccia meno. Quelle che ho io, invece, sono state messe dalla prima ditta a cui poi è stato tolto l’appalto”.

Con il terremoto, Di Mulo si era ritrovato anche l’abitazione inagibile. “Stiamo in un modulo abitativo che non vale nulla, con una coibentatura da 5 centimetri e con temperature all’interno tremende. Ho 46 anni e non pensavo di dover arrivare a soffrire fino a questo punto. La mia richiesta è quella di una ricostruzione immediata della casa e soprattutto delle stalle, per le quali ho presentato il progetto a maggio 2017 ma ancora non ho avuto risposte”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X