facebook twitter rss

Il Porto Sant’Elpidio chiude per
Gagliardini, cugino di Roberto dell’Inter

ECCELLENZA - La società biancoazzurra comunica di aver raggiunto l’accordo per la stagione 2018/19 con il portiere ex Biagio Nazzaro. Di scuola Juventus, vanta presenze nei professionisti con Cuneo, Melfi, Siracusa e in serie D con il Messina
giovedì 21 Giugno 2018 - Ore 22:11
Print Friendly, PDF & Email

Da sinistra: il vicepresidente del Porto Sant’Elpidio, Giampaolo Marini, il neo acquisto Federico Gagliardini e la presidente Annarita Pilotti

PORTO SANT’ELPIDIO – Dopo il ritorno in riviera di Alessandro Cannoni, difensore classe 1994, già in biancoazzurro dal 2014, ma in questa stagione in Prima Categoria all’Elpidiense Cascinare, il Porto Sant’Elpidio continua l’opera di ringiovanimento della rosa allestita dalla presidente Annarita Pilotti e dal suo vice Giampaolo Marini. A tal proposito, in attesa di conoscere gli addii e le conferme tra i giocatori della passata stagione, la società elpodiense comunica di aver raggiunto l’accordo per il prossimo anno con Federico Gagliardini, cugino di Roberto Gagliardini centrocampista dell’Inter.

Federico con il mediano nerazzurro condivide solo l’anno di nascita (il 1994) e il cognome, perché lui di ruolo fa il portiere e, seppur prestigiosa, vanta una carriera meno nobile del cugino bergamasco.

Federico Gagliardini ai tempi del Messina

Nato in Ancona, Gagliardini viene dalla Primavera della Juventus e negli anni dall’alto dei suoi 185 centimetri ha difeso le porte di Cuneo, Melfi e Siracusa in Lega Pro, del Messina in Serie D e in ultimo della Biagio Nazzaro in Eccellenza, dove giunto a dicembre dello scorso anno ha collezionato 16 presenze subendo 14 reti.

Nel match di ritorno con il Porto Sant’Elpidio andato di scena domenica 14 gennaio al Comunale di Chiaravalle, Gagliardini chiuse con la porta inviolata nel successo per 2-0 dei biagiotti sugli uomini dell’allora mister Stefano Cuccù.

Leonardo Nevischi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X