facebook twitter rss

Fondi per Lido Tre Archi,
Calcinaro ringrazia i Cinque Stelle:
“Da civici dialoghiamo senza pregiudizi”

FERMO - Dopo un sopralluogo nel quartiere con i rappresentanti del M5S, il primo cittadino afferma che i primi bandi potranno partire anche entro fine anno per vedere i benefici già nel 2019
venerdì 19 ottobre 2018 - Ore 13:43
Print Friendly, PDF & Email

Dopo il raggiungimento dell’intesa sui fondi per le periferie, ratificata in Conferenza Unificata al Ministero per gli Affari Regionali, il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro interviene nuovamente sul tema.

“Abbiamo ricevuto dall’Anci il testo dell’accordo in Conferenza – commenta il primo cittadino -: questo ci fa pensare che dalle parole poi si arrivi realmente ai fatti con l’inserimento nella prossima Finanziaria della norma che fa tornare effettivi i finanziamenti. Finanziamenti che per noi saranno presto lavori perché tutti gli interventi sono già a livello esecutivo, a partire dal primo che sarà il più importante, quello che prevede quasi mezzo milione di euro per la videosorveglianza.

Magari mi posso anche sentire privilegiato rispetto ad altri sindaci, vedendo le rassegne stampa su internet, nel senso che l’importanza del progetto e quindi del finanziamento è stata recepita anche da tutta l’opposizione, compresa quella che oggi ha un ruolo di responsabilità di Governo: sono a ringraziare anche il comportamento tenuto dai Cinque Stelle fermani che si sono espressi pubblicamente in favore del mantenimento di questi fondi, e questo non è da poco. Peraltro anche con il consigliere comunale Mirko Temperini siamo andati in loco a raccontare il quartiere all’on. Mirella Emiliozzi. Voglio sottolinearlo perché questo lavoro può essere portato tanto più facilmente con una posizione di vera indipendenza, come quella delle nostre due liste civiche che ci consente di dialogare senza pregiudizi con le forze politiche presenti sul territorio e a livello nazionale, con un grande rispetto reciproco pur nelle rispettive differenze, consci che il dialogo parte da questa Amministrazione per fini che possano portare solamente un’utilità alla città: questo è un fattore aggiuntivo molto importante e credo, da quello che vedo intorno, anche abbastanza raro.

Possiamo ben dire che i primi bandi potranno partire anche entro fine anno per vedere i benefici già nel 2019. Voglio dire questo perché è anche un segnale nei confronti di quelle persone brave e operose che vivono a Tre Archi che sono la maggioranza, a volte anche la maggioranza silenziosa che oggi hanno un segno di forte speranza sul futuro di quel quartiere. Insieme con l’arrivo di ulteriori agenti, già il Questore e i vertici delle forze dell’ordine hanno dato un segnale che vorranno presidiare fortemente quella zona lì, noi metteremo proprio con le risorse del bando a disposizione un presidio anche H24.

Oggi cercare di liberare Tre Archi da questa gabbia è un vantaggio per tutto il territorio e per tutta la città, perché a volte i reati che vengono commessi anche altrove possono avere un nesso molto stretto con chi, oggi, si copre in quel quartiere per portare avanti attività delittuose: sarebbe un passo in avanti non solo per il quartiere, ma per tutta la città”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X