facebook twitter rss

“Tua figlia rischia l’arresto”, truffa
un’anziana ma i carabinieri lo incastrano

LAPEDONA - I carabinieri di Monterubbiano, dopo un'articolata indagine che ha visto passati al setaccio tabulati, videosorveglianze e informazioni, sono riusciti a identificare e denunciare il truffatore
Print Friendly, PDF & Email

“Tua figlia è stata fermata dalle forze dell’ordine, è responsabile di aver provocato un grave incidente. Insomma rischia l’arresto. Cosa devi fare? Versare subito del denaro, altrimenti finisce dietro le sbarre”.

Ed è così che un uomo di origini napoletane nel settembre dello scorso anno era riuscito a truffare un’anziana di Lapedona raggirandola e derubandola di 50 euro in contanti e circa 800 euro in oro. Insomma prima aveva contattato la donna per poi, a stretto giro, passare da lei facendosi consegnare denaro e monili. Il tutto spacciandosi per un avvocato che sarebbe solo così riuscito a far sventare l’arresto alla figlia. Ma era tutta una truffa.

Da lì a breve, infatti, la figlia dell’anziana è tornata a casa. E quando la mamma le ha raccontato, nella disperazione, l’accaduto, la giovane ha subito allertato i carabinieri di Monterubbiano che si sono immediatamente attivati raccogliendo dati, informazioni ma anche le immagini della videosorveglianza nei pressi dell’anziana, sia comunale che privata. Così che dopo una serie di accertamenti, tra cui anche i dati incrociati dei tabulati telefonici per identificare il soggetto che aveva chiamato l’anziana. E così il cerchio si è stretto intorno a quel napoletano di circa 60 anni denunciato per truffa aggravata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti