facebook twitter rss

Acqualagna straripante
per la TiEmme Fermo

SERIE D - Il primo turno playoff non sorride agli uomini di Marilungo, scesi sul parquet con troppe assenze figlie di squalifiche ed infortuni. Passivo della serie da riequilibrare mercoledì in gara due
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Sconfitta annunciata alla prima dei play off per la TiEmme Basket.

Troppo esigue le forze dei fermani in campo ad Acqualagna per poter contrastare la prestanza fisica ed atletica degli acqualagnesi.

Le numerose assenza per infortuni, squalifiche e malattie si sono ulteriormente incrementate dal nuovo infortunio di Mattia Cardarelli, il terzo quest’anno. Che dire? Piove sul bagnato. Troppa “acqua”, quindi, ma anche troppa “lagna”, per fare una pessima battuta. Bisogna leccarsi le ferite ed andare avanti.

IL TABELLINO

PALLACANESTRO ACQUALAGNA 70: Mancinelli 9, Tagliapietra 5, Postiglioni 1, Vicario 1, Morresi 15, Bartoli 3, Donnini 2, Bevilacqua 5, Puleo 17, Battistelli 3, Muffa 9. All. Renzi

TIEMME BASKET FERMO 48: Bernard 16, Poggi 12, Mezzabotta, Santini 12, Luciani, Malaspina 4, Ceregioli 2, Cardarelli 2. All. Marilungo, vice Valentini

ARBITRI: Iacomucci di Pesaro e Mariani di Montelabbate (PU)

PARZIALI: 20-10, 20-13, 12-14, 18-11

PROGRESSIVI: 20-10, 40-23, 52-37, 70-48

LA CRONACA

E’ presto fatta: la partita ha preso subito una piega avversa ai fermani e l’ha mantenuta per il resto dei minuti giocati. Dieci punti di differenza il primo quarto e sette il secondo hanno già disegnato il quadro dell’incontro. Nel secondo tempo Acqualagna ha controllato la gara incrementando addirittura a fine partita quando la TiEmme ha giocato senza cambi dopo l’uscita per cinque falli Santini e Poggi. Nonostante il risultato bisogna sottolineare l’impegno e il sacrificio dei ragazzi della TiEmme che hanno risposto positivamente alle difficoltà senza risparmiarsi.

Ora non resta che recuperare forze e giocatori per mercoledì nella gara 2 a Fermo. Si proverà il tutto per tutto per ritornare di nuovo ad Acqualagna in gara 3 con nuove prospettive.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti