fbpx
facebook twitter rss

Si inizia con gli sbandieratori, il Secchio torna in palio: è l’ora della Contesa

SANT'ELPIDIO A MARE - Si inizia con Bandiere nella notte, sabato sera l'investitura del Capitano del popolo, domenica il corteggio da 1000 figuranti e la sfida che si rinnova al campo Mandozzi
Print Friendly, PDF & Email

L’attesa è ormai finita. Sarà la suggestiva esibizione degli sbandieratori del gruppo storico Contesa del secchio, stasera alle 23 in piazza Matteotti, ad aprire i giochi della più antica rievocazione storica delle Marche, pronta a vivere la sua 67a edizione. I virtuosi della bandiera ed i musici dell’ente saranno i protagonisti di Bandiere nella notte, una dimostrazione di abilità con diversi esercizi capaci ogni anno di strappare applausi a scena aperta al numeroso pubblico di piazza Matteotti. Una performance che conta anche l’emozionante colpo d’occhio dello spettacolo al buio, in cui si spengono le luci e risaltano solo le sagome delle bandiere.

Sabato sera si entra nel vivo. Dalle 20 locande di contrada aperte, alle 21.30 si aprirà lo spettacolo, con la lettura del bando emesso dal podestà, che indice la Contesa. Dalle 22 via al corteggio delle contrade fino in piazza Matteotti, in ordine inverso alla classifica dell’ultima Contesa. Intorno alle 23 la proclamazione del Capitano del popolo, la figura più significativa a livello simbolico tra i figuranti della rievocazione. Dopodue anni in cui il compito è stato affidato ad Andrea Rotili, c’è attesa per sapere chi uscirà dalla basilica della Misericordia per essere annunciato al pubblico e ricevere subito dopo l’investitura in Collegiata. Terminata la breve celebrazione, si torna in piazza Matteotti per il sorteggio del gonfaloniere di giustizia, la figura chiamata ad arbitrare l’indomani il gioco del pozzo. Sono tre i nomi in lizza: Paolo Fratalocchi, Mauro Granatelli e Yuri Liberati, mentre Italo Menconi, pur facendo parte della commissione arbitrale, avendo diretto la Contesa del 2018 non può essere nuovamente sorteggiato.

Domenica l’appuntamento clou. Dalle 16.30 raggiungeranno la piazza le contrade e delegazioni, per dare il via al sontuoso corteggio di 1000 figuranti, che dopo i saluti del podestà (ad indossarne i panni il sindaco Alessio Terrenzi), dalle 17.30 scenderà lungo corso Baccio per raggiungere il campo dei giochi. Intorno alle 19 l’arrivo allo stadio Mandozzi, lo schieramento, il giuramento dei capitani, il saluto degli sbandieratori, infine il sorteggio delle partite e il via alla sfida. Difende il secchio conquistato nel 2018 la nobile San Giovanni, che in caso di vittoria centrerebbe il ventesimo titolo. Manca da ben 15 anni il successo alla magnifica contrada Santa Maria, che detiene il primato di successi consecutivi, ben 5. Vogliono tornare al successo anche i verdi di San Martino, ultima affermazione nel 2016, e i gialli della cavaliera Sant’Elpidio, secondi l’anno scorso e vincitori nel 2017.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X