facebook twitter rss

Sutor, contro Chieti si
gioca alla Bombonera

SERIE B - La Premiata commuta la squalifica del campo in ammenda, garantendo così il diritto di godere del match casalingo ad abbonati e tifosi dotati di senso civico. Nel mentre la società presieduta da Molly Pizzuti ammonisce dal ripetere, sugli spalti, comportamenti lesivi e dannosi dei colori gialloblù
Print Friendly, PDF & Email

MONTEGRANARO –  La S. S. Sutor Premiata in relazione al comunicato ufficiale Fip numero 174 del 23/10/2019, dove si rende nota la squalifica del campo per una gara e la multa di euro 540,00 a causa del comportamento antisportivo del pubblico di casa (situazione che ha visto costretti i giudici di gara alla sospensione temporanea della partita di domenica scorsa contro la Goldengas Senigallia nell’ultimo minuto di gioco), comunica quanto segue:

La società, rappresentata dal presidente Molly Pizzuti e da tutto il consiglio direttivo, intende prendere innanzitutto le distanze in maniera netta da tutti quei gravi comportamenti (come gli sputi agli arbitri) che danneggiano la nostra immagine e quella del movimento in generale. Altresì annuncia che si impegnerà a pagare la quota prevista dal regolamento di giustizia vigente che permette la commutazione della squalifica del campo in ammenda sostitutiva di euro 1.500 (che si aggiungono ai già comminati euro 540).

Questa ipotesi è ammessa dal codice stesso in virtù del fatto che si tratta della prima volta in questa annata che alla S. S. Sutor Premiata Montegranaro viene notificato un provvedimento di questa entità. Vogliamo sottolineare inoltre che questa opportunità viene concessa una sola volta, da regolamento, nell’arco di tutta la stagione, quindi, se si riverificheranno delle situazioni analoghe che comporteranno la squalifica del campo, la sanzione non potrà più essere evitata con il pagamento dell’ammenda sostitutiva.

Possiamo quindi comunicare già ora che la partita in programma domenica 3 Novembre delle ore 18.00 contro la Teate Basket Chieti si svolgerà regolarmente sul parquet della Bombonera.

Questo impegno preso dalla società è nell’esclusivo interesse di tutelare gli abbonati gialloblù e la quasi totalità di tifosi che ogni domenica riempiono la Bombonera in maniera più che civile: non puo’ essere che un piacere e motivo di orgoglio per tutti noi vedere tanto entusiasmo come quello dimostrato in queste prime giornate di campionato, e di tutto ciò non possiamo che dirvi grazie dal profondo del cuore.

Vogliamo inoltre ricordare a tutti i tifosi gialloblù un estratto del testo stampato nella prima pagina del Sutor Magazine in occasione della gara interna contro la Bakery Piacenza dello scorso 16 Ottobre; considerando il provvedimento disciplinare adottato dalla Fip nei nostri confronti, sembra che il messaggio non sia stato recepito a dovere.

Vogliamo ricordare che chi insulta, lancia oggetti o peggio ancora sputa ad un arbitro, oltre che fare un gesto deplorevole, crea un danno economico e di immagine alla società, di sicuro non aiutando quindi la propria squadra. Il nostro intento inoltre è quello di portare le famiglie a godere insieme a noi di questa bellissima storia d’amore che abbiamo nei confronti dei nostri storici colori, e tali gesti diseducativi, al contrario, tendono ad allontanare questi genitori che naturalmente tengono alla buona educazione dei propri figli”.

Confidiamo nella collaborazione di tutti, con la speranza – questa volta – di essere stati più efficaci nel comunicare l’importante messaggio. Continuiamo a tenere sempre alto il calore ed il tifo attorno alla squadra (ma senza esagerare).


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti