fbpx
facebook twitter rss

Viaggiare comodi e con tempi certi:
NCC Prima Classe,
la garanzia è nel trasporto

I servizi offerti dall'azienda fondata da Andrea Beltrami e dotata di tre mezzi. Di grande interesse anche il progetto One Day Marche per una scoperta della nostra regione
Print Friendly, PDF & Email

Una prima licenza, poi la seconda e infine la terza. Necessarie per garantire un servizio trasporto di qualità, utilizzando tre diversi mezzi: un Van a 8 posti, una Mercedes classe E e un più recente mini Van da 7 post, sempre Mercedes ma più lussuoso.

Quattro anni fa il 33enne Andrea Beltrami, originario di Porto Sant’Elpidio e residente a Civitanova Alta, padre di due figli, ha deciso di lasciare il suo mestiere di autista per un importante spedizioniere scegliendo di “mettersi in proprio” e fondare la propria azienda, alla quale ha dato il nome di NCC Prima Classe.

“Tutto è partito con l’Expo – ricorda – e con Porto Sant’Elpidio che era la porta delle Marche. Servivano dei noleggi con conducente per trasportare persone dalla Lombardia alla nostra zona e così il Comune ha aperto un bando. Io ho preso la prima licenza, l’anno successivo le licenze rimaste sono state rimesse a bando, ho partecipato e ho vinto di nuovo.”.

Non ha dipendenti ma collaboratori a chiamata avvalendosi di una rete di noleggio con conducente per avere un servizio più ampio. “La mia clientela è varia, si va dal servizio per le aziende (soprattutto quelle calzaturiere che hanno bisogno di accogliere i propri clienti nelle varie stazioni o aeroporti per poi accompagnarli nelle strutture ricettive e nelle stesse aziende) fino al servizio ai dirigenti che hanno bisogno di spostarsi in tempi molto stretti e di poter lavorare in tranquillità durante il viaggio: per questo preferiscono il mio servizio al trasporto pubblico. Insomma, chi si sposta con me ha tutte le comodità del caso”.

A rivolgersi alla NCC Prima Classe è anche il singolo cittadino che deve fare un qualsiasi spostamento, come una visita in ospedale, o anziani che non hanno figli o parenti disponibili per un trasporto, fino ad arrivare al gruppo di amici che organizza un addio al nubilato o ai giovani che decidono di andare a ballare il sabato sera e che, per evitare conseguenze, prenotano un mezzo.

Servizio, specifica Beltrami, che è esclusivamente su prenotazione, a differenza del taxi. Tra le tratte maggiori Roma e Milano, oltre che Bologna. “C’è qualcosa anche sulla Toscana, considerando il legame con il calzaturiero – aggiunge – faccio poco il sud, anche se qualche volta mi è capitato Napoli. Lavoro invece molto su Ancona e sull’aeroporto”.

Da un punto di vista umano e professionale, una cosa che contraddistingue Beltrami è la sua innata curiosità: adora sperimentare, dentro un settore solo all’apparenza ordinario. “Si tratta di guidare, certo, ma io sto aggiungendo diverse cose per farmelo piacere ancora di più. Mi appassiono talmente tanto che vado oltre, come nel caso del progetto One Day Marche, grazie al quale faccio scoprire ai clienti le bellezze della nostra regione. In particolare, mi sono focalizzato sui ‘Wine Tour’ e sui ‘Beer Tour’, con visite alle aziende oltre che ai borghi limitrofi. Per questo tipo di tour d’estate c’è parecchia richiesta da parte di statunitensi, canadesi, giapponesi, da qualche arabo e, ovviamente, dagli europei. In ambito turistico, l’enogastronomia va sempre inserita, a tutti piace mangiare, soprattutto italiano.”.

A riprova delle sue riflessioni, qualche settimana fa nell’accompagnare un gruppo di cuochi giapponesi è scaturita una “collaborazione” inattesa: “Hanno apprezzato molto la nostra tradizione culinaria e mi hanno anche chiesto una ricetta che poi hanno messo in un menù di un ristorante di Osaka, chiamandolo ‘piatto Andrea’. Sono esperienze particolari che se non avessi scelto questa vita non avrei mai fatto.”.

Ma c’è anche altro che, per restare sul tema, bolle in pentola. “La mia idea è quella di arrivare ad avere mezzi ecosostenibili. Al momento però il metano, come l’elettrico, dà poca autonomia per quello che serve a chi fa questo tipo di attività. Ma l’obiettivo resta e sono sicuro che riuscirò a raggiungerlo”.

 

 

ARTICOLO PROMOREDAZIONALE


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X