fbpx
facebook twitter rss

Annuncio Ceriscioli,
la rabbia di Calcinaro: “Ora a noi sindaci tocca spiegare ai cittadini questi pastrocchi

FERMO - Lo sfogo del sindaco Calcinaro dopo l'annuncio, poi stoppato da Conte, del presidente Luca Ceriscioli
Print Friendly, PDF & Email

Paolo Calcinaro

di Paolo Paoletti

E’ un Paolo Calcinaro sarcastico ma allo stesso tempo furioso quello che questa mattina ha commentato la conferenza stampa il cui il governatore delle Marche Luca Ceriscioli ha annunciato la chiusura di scuole e unversità a partire da domani. Provvedimento che è stato stoppato, con una telefonata in diretta, dal premier Conte.

Il sindaco di Fermo non usa mezzi termini per commentare quanto accaduto: ” La Regione, senza avvertire o consultare i sindaci capoluogo, stava annunciando in diretta FB la chiusura delle scuole da domani. In contemporanea è giunto ordine dalla Protezione Civile Nazionale di bloccare questa decisione regionale in attesa di una riunione tra Regioni non interessate dal focolaio che si terrà domani a Roma. Pertanto domani le scuole rimarranno aperte. Ora a noi sindaci tocca spiegare ai nostri cittadini questi pastrocchi. Manderò ogni aggiornamento tempestivamente”.

Dunque per ordine della Protezione Civile Nazionale non c’è al momento alcuna chiusura delle scuole nella Regione Marche: domattina ci sarà un vertice a Roma tra le regioni non colpite dai focolai, tra cui la regione Marche, per concordare ogni iniziativa. Pertanto domattina le scuole saranno regolarmente aperte.

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X