facebook twitter rss

Settimana del Farmaco,
i volontari del Banco sorridono
per i risultati conseguiti

FERMANO - Oltre 3000 preziose confezioni farmacologiche raccolte, nei giorni scorsi sino ad oggi, in gran parte delle farmacie della provincia. "Ed ora la consegna a chi ne ha bisogno" il commento consuntivo del veregrense Emanuele Capretta, tra i 36 volontari fermani coinvolti nella rinnovata opera di volontariato
Print Friendly, PDF & Email

Emanuele Capretta, volontario del Banco Farmaceutico, ente nazionale a vantare in provincia 36 elementi a spendersi per la Settimana del Farmaco giunta quest’oggi a conclusione

di Paolo Gaudenzi

 

Quella consegnata oggi agli archivi è stata, dal punto di vista del volontariato, etichettata come la Settimana per la Raccolta del Farmaco.

Ben diciassette le farmacie della provincia di Fermo ad aver aderito all’iniziativa, con apice raggiunto sabato scorso, 13 febbraio, da prassi giorno settimanale caratterizzato, rispetto al resto, da shopping e spese domestiche.

Focus analitico, per i primi bilanci nel merito, puntato sul centro veregrense della calzatura, dove quattro volontari per giorni hanno ricordato a clienti ed avventori delle farmacie l’importanza di donare medicinali a chi, in momenti di crisi come quelli correnti, acuiti dalla pandemia, è impossibilitato purtroppo al relativo acquisto.

Oggetto della raccolta prodotti per combattere disturbi gastrointestinali, antisettici, disinfettanti, antistaminici, preparati contro la tosse, decongestionanti nasali, antidolorifici generici e creme topiche, effetti da banco acquistabili al netto della ricetta medica. All’interno dei negozi, dunque, un angolo dove era possibile comprare e lasciare in dono il materiale medico che, a giorni, verrà indirizzato ai bisognosi individuati dai promotori della settimana sociale, quelli cioè del Banco Farmaceutico.

“Stiamo svolgendo i primi consuntivi del caso, ed a livello provinciale le stime, da ponderare ancora nel dettaglio, ci stanno sorridendo viste le circa 3000 confezioni raccolte – ha commentato da Montegranaro uno dei volontari fermani, Emanuele Capretta -. Tutto ciò è stato possibile grazie al lavoro svolto nei giorni scorsi da ben 36 volontari dislocati in ogni dove, all’interno delle farmacie dei Comuni fermani. Un grazie a tutti loro naturalmente, un sincero grazie anche ai gestori delle farmacie che ci hanno ospitato, dandoci quindi più sedi logistiche per effettuare la raccolta e farci veicolare ora, a chi di effettiva necessità, gli importanti medicinali alla bisogna. Soprattutto e non da meno, però, il grazie maggiore va ai clienti dei negozi farmaceutici che hanno premiato il nostro agire, donandoci un importante quantitativo di materiale medico”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti