facebook twitter rss

Il Montegiorgio torna a sorridere, Atletico Pse di nuovo fermo a causa Covid

SERIE D - Vittoria interna e di rimonta per i rossoblù di Eddy Mengo, ad avere la meglio dei cremisi per 2-1. Nulla da fare per il Porto Sant'Elpidio, con i casi virali riscontrati all'interno dell'avversario di giornata, l'Olympia Agnonese, a decretarne inevitabilmente il rinvio a data da destinarsi
Print Friendly, PDF & Email

Un calcio di punizione, sancito nella sfida contro il Tolentino, con capitan Omiccioli sul relativo punto di battuta

di Paolo Gaudenzi

 

MONTEGIORGIO – Buona la terza. Dopo le due sconfitte consecutive, patite rispettivamente contro Pineto e Recanatese, i rossoblù di Eddy Mengo in giornata sono ritornarti alla vittoria, seppur in rimonta, avendo ragione del Tolentino per 2-1.

Tra l’Atletico Porto Sant’Elpidio e le tappe di calendario, invece, una nuova e grigia pagina della vicenda senza fine Covid: in settimana era infatti già giunta la comunicazione ufficiale della Lega Nazionale Dilettanti che sanciva il rinvio del match contro Olympia Agnonese, programmato per quest’oggi, a data da destinarsi.

IL TABELLINO

Le formazioni di partenza

MONTEGIORGIO 2: Gagliardini, Gnaldi, Montanaro, Omiccioli, Ficola, Perini, Pampano, Trillini, Lupoli, Albanesi, Zancocchia. A disposizione: Zizzania, Marziali, Tempestilli, Ballarini, Santoro, Mejas, Misin, Mandolesi, Cuccù. All. Eddy Mengo

TOLENTINO 1: Governali, Laborie, Ruggeri, Bonacchi, Strano, Labriola, Tortelli, Cicconetti, Padovani, Severini, Capezzani. A disposizione: Dupuis, Stefoni, Zrankeon, Salvatelli, Rozzi, Pagliari, Aloisi, Tizi, Ruci. All. Andrea Mosconi

ARBITRO: Luca Selvatici di Rovigo, Dario Giaretta di Bassano del Grappa ed Emanuele Zoccarato di Padova

RETI: 55′ Capezzani, Lupoli 64′ e Santoro 82′

LA CRONACA

Rossoblù in assetto tipico, con Omiccioli a gestire le operazioni in mediana spalleggiato da Zancocchia e Trillini, in avanti trio offensivo composto da Pampano, Lupoli ed Albanesi. Coppia a diga difensiva data dal rodato duo Ficola-Perini. Avvio di marca ospite, con gli undici di mister Mosconi ad uscire dal guscio con Severini prima e Padovani poi, ma con l’estremo di casa Gagliardini sempre pronto nelle rispettive circostanze. In pratica sono queste le maggiori emozioni della prima parte di gara, con il gioco stagnante al centro del campo ed i padroni di casa ad entrare in cronaca solo per due inzuccate di Ficola, terminate fuori dallo specchio.

Tutta un’altra musica nella ripresa. Al minuto 55 il vantaggio del Tolentino, giunto al termine di un’azione ben imbastita da Severini a servire Capezzani, con tiro a perforare l’incrocio. Montegiorgio all’angolo? I fantasmi della terza caduta consecutiva ad aleggiare sul cielo del “Tamburrini”? Tutt’altro, perché neanche nove minuti dopo ecco il calcio d’angolo battuto da Omiccioli, e la successiva torre di Montanaro a servire sul palo opposto l’appoggio a rete di “Re Artù” Lupoli. Il pareggio rappresenta quindi la miccia accesa sulla partita, con i ritmi rossoblù a salire di intensità. Cuccù spara a volo senza trovare la porta, poi Misin spedisce verso lo specchio ben servito da Cuccù, ma trovando la risposta sicura di Governali. Ad otto minuti dal termine del tempo regolamentare, però, il tiro franco di Omiccioli e la testa di Santoro per il definitivo 2-1.

 

 

Un momento della sfida disputata mercoledì a Porto Sant’Elpidio

Ed è stato anche un mercoledì di campionato per le due portacolori della provincia, con il Montegiorgio che è sceso in campo in quel di Recanati, dopo la precedente domenica trascorsa lontano dal calcio giocato per il rinvio della sfida prevista contro la Vastese. Di contro, Altetico Porto Sant’Elpidio a tornare di scena sul fondo domestico per la disputa del match con l’Aprilia, sfida giunta dopo la sconfitta maturata in terra d’Abruzzo, con il 2-1 subito nel week end a Pineto.

PORTO SANT’ELPIDIO – L’Atletico ci ha provato, restando a galla per un tempo. Nella ripresa cancellando anche il vantaggio ospite con Spagna, lesto a resettare i conti trasformando un penalty (per la seconda marcatura consecutiva dopo il centro domenicale di Pineto). In coda al match però l‘Aprilia affondava il piede sull’acceleratore, imprimendo al giovane collettivo di mister Palladini l’ennesima sconfitta dal quoziente numerico, però, più amaro degli oggettivi demeriti figli della prestazione pomeridiana.

IL TABELLINO

Le formazioni di partenza

ATLETICO PORTO SANT’ELPIDIO 1: Cavalieri, Cantarini, Marcattili, Palladini A., Ravanelli, Aliffi, Bordi, Orazi, Spagna, Gelsi, Zira. A disposizione: Faini, Giuli, Pierdomenico, Ferri, Rosettani, Raffaeli, Cesetti, Palladini M., Carissimi. All. Ottavio Palladini

APRILIA RACING CLUB 4: Prudente, Pollace, Vasco, Vosi, Oliveira, Quedraogo, Luciani, Corelli, Bernardini, Mannucci, Loghigna. A disposizione: Salvati, Emili, Lapenna, Battisti, Sansotta, Calisto, Martinelli, Ruggieri, Bianchi. All. Giorgio Galluzzo

ARBITRO: Pietro Campazzo di Genova, Giovanni Francesco Massari e Fabio Cantatore, entrambi di Molfetta

RETI: 53′ e 86′ Loghigna,  57′ Spagna (rig.), 75′ Oliveira, 90′ Sansotta

LA CRONACA

Gara giocata su buoni ritmi, con l’Aprilia a fare il match ed il giovane collettivo locale a colpire di rimessa. Al 5° di gioco Marcattili serviva Gelsi, armato da ottima posizione ma Prudente respingeva. Pochi minuti dopo era Zira a tracciare la manovra rivierasca, con Spagna dal limite a calciare sopra la traversa e sul recupero dei difensori ospiti. Il pericolo svegliava l’Aprilia, che a metà di primo tempo entrava lesta in cronaca con Berdardini, ma la conclusione finiva alta, e successivamente si ripeteva con Bosi, lanciato in contropiede, con Cavalieri attivo ed efficace nel sbrogliare la matassa.

Nella ripresa si ripartiva con lo stesso canovaccio, e Bernardini colpiva quindi il palo da buona posizione. Preambolo al gol degli ospiti, che al minuto 53 perforavano la rete domestica con Loghigna, anche se tra le proteste locali per un presunto fallo in attacco. Dopo 4′ ci pensava quindi Spagna a riequilibrare il conto, trasformando un penalty concesso per atterramento di Carissimi sull’uscita di Prudente. A ridosso dell’ultimo spicchio di sfida, però, Oliveira controllava per calciare a volo ed in bello stile, indovinando la traiettoria imprendibile per Cavalieri. Episodio a rappresentare la rottura degli argini, con le successive marcature di Loghigna e Sansotta.  Passivo oltremodo pesante con i locali, che per quanto messo sul piatto avrebbero meritato miglior sorte. Ancora una volta cuore e coraggio non sono purtroppo bastati .

 

Un frame dalla gara di Recanati

RECANATI (MC) – All’andata finì 2-1 per i rossoblù di Eddy Mengo, in quel 17 febbraio griffato dai centri di Mandolesi e Pampano implacabili nel mettere ko i leopardiani sul fondo di gara di Villa San Filippo in località Monte San Giusto.

Quest’oggi però i giallorossi hanno sportivamente restituito il canonico “pan per focaccia”, passando sul fondo di casa con il classico risultato all’inglese.

IL TABELLINO

Le formazioni di partenza

RECANATESE 2: Amadio, Togola, Titone, Sbaffo, Raparo, Liguori, Pezzotti, Scognamiglio, Donzelli, Gomez, Brunetti. A disposizione: De Chirico, Ferrante, Senigalliesi, Guercio, Capitani, Alessandretti, Pennacchioni, Bove, Mancini. All. Giovanni Pagliari

MONTEGIORGIO 0: Gagliardini, Tempestilli, Montanaro, Omiccioli, Ficola, Gnaldi, Pampano, Misin, Albanesi, Cuccù, Santoro. A disposizione: Zizzania, Cichella, Perini, Ballarini, Zancocchia, Mejas, Trillini, Mandolesi, Lupoli. All. Eddy Mengo

ARBITRO: Francesco Lipizer di Verona, Marco Alfieri di Prato e Yossin Francesco Pacheco di Firenze

RETI: 15′ Sbaffo, 49′ Liguori

LA CRONACA

Prima frazione di gara nel segno dei leopardiani, nel primo terzo di parziale a rompere l’equilibrio di partenza con Sbaffo. Il passivo stimolava quindi la reazione dell’undici di mister Mengo, ma le occasioni dalle parti di Amadio latitavano. Nella ripresa arrivava quindi, puntuale, il raddoppio con la firma sul match di Liguori, freddo nel controllare per imprimere a rete la palla del definitivo 2-0.

 

Articoli correlati: 

L’Atletico Pse cade a Pineto, per il Montegiorgio una nuova domenica all’insegna del Covid

Montegiorgio violato, il Pineto porta a casa il recupero

Il Montegiorgio si conferma “villano”, Recanatese battuta nel recupero


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti