facebook twitter rss

È di Monte Urano il carabiniere eroe che ha salvato il piccolo Nicola

CRONACA - Danilo Ciccarelli, comandante della Stazione dei carabinieri di Scarperia, si è calato in una scarpata per recuperare il bambino dopo la segnalazione di un giornalista
Print Friendly, PDF & Email

(foto Ansa)

Redazione CF

C’è un pezzo di Fermano nella storia a lieto fine di Nicola Tanturli, il piccolo di due anni che nella serata di lunedì era scomparso dalla sua abitazione di Palazzuolo sul Senio, vicino Firenze.

Dopo che il giornalista Giuseppe Di Tommaso, inviato de La Vita in Diretta, aveva segnalato la presenza del bambino in una scarpata di oltre 20 metri, il carabiniere Danilo Ciccarelli, originario di Monte Urano, si è calato per recuperare Nicola. “Diceva mamma e mi si è aggrappato al collo” ha commentato ai media il comandante della Stazione dei carabinieri di Scarperia subito dopo l’operazione.

Visibilmente emozionato, ha ripercorso i passaggi di una mattinata dall’esito inatteso, considerato il trascorrere delle ore, la tipologia del luogo della ricerca (una zona boschiva nel Mugello) e la giovanissima età del bambino che, dopo il ritrovamento, è stato riconsegnato ai genitori e trasportato in elisoccorso verso il vicino ospedale Meyer per i necessari accertamenti.

“Complimenti al nostro concittadino, il comandante Danilo Ciccarelli, che – scrivono dal comune di Monte Urano – ha tratto in salvo il piccolo Nicola. Ricordiamo con affetto il padre Renzo Ciccarelli, storico dipendente comunale e volontario sempre in prima linea per il nostro paese”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti