facebook twitter rss

Oltre trenta spettacoli in programma e otto Comuni protagonisti: ai nastri di partenza la nuova stagione di TIR, Teatri in Rete

Sono tre le Province coinvolte e otto i Comuni dove verrà effettuata l'attività: Civitanova Marche, Monte San Giusto, Treia, Fermo, Montegiorgio, Montegranaro, Porto San Giorgio, Grottammare.
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Ai nastri di partenza la stagione 2021-2022 di TIR, Teatri in Rete, che, con le sue trentasei edizioni realizzate, è il più grande e longevo Circuito di Teatro per l’Infanzia e la Gioventù nella parte sud della Regione Marche. Sono tre le Province coinvolte e otto i Comuni dove verrà effettuata l’attività: Civitanova Marche, Monte San Giusto, Treia, Fermo, Montegiorgio, Montegranaro, Porto San Giorgio, Grottammare.

TIR, Teatri in Rete è parte di un progetto più grande che si chiama TRaME-Teatro Ragazzi Marche Experience e ne costituisce l’azione invernale, l’altra, quella estiva, si sviluppa attraverso “MARAMEO-festival interregionale ed internazionale del teatro per ragazzi”, manifestazione che occupa tradizionalmente i mesi di Giugno, Luglio e Agosto, per concludersi in Settembre con il progetto di teatro e solidarietà Teatri Senza Frontiere, iniziativa che vuole creare le condizioni affinchè il piacere di condividere l’emozione di uno spettacolo teatrale possa essere portata anche a quei bambini che per diverse ragioni non ne avrebbero alcuna opportunità.
Il mondo in cui siamo immersi galleggia in un mare di virtualità: televisione, computer, telefonini e social prendono oramai gran parte del nostro tempo, forse anche troppo, ed è fondamentale, ai fin di un riequilibrio, poter offrire alle nuove generazioni occasioni di incontro con espressioni vive come quelle che solo il teatro può dare.

Nonostante la difficile situazione con cui ci troviamo a dover fare i conti, grazie ad un’estesa campagna vaccinale quest’anno le attività di spettacolo hanno ripreso un po’ in tutto il Paese, ed è con questo spirito di ottimismo e di speranza di tornare quanto prima ad una piena e completa normalità, che, insieme a tutte le Amministrazioni Comunali coinvolte, le Province, la Regione Marche e il Ministero della Cultura, presentiamo una trentaseiesima edizione ricchissima di appuntamenti. Cominceremo domenica 21 Novembre e andremo avanti occupando tutte le domeniche del calendario, inclusa quelle delle festività natalizie, fino a domenica 3 aprile.

Oltre trenta spettacoli in programma, per stare insieme, grandi e piccoli, sognare, emozionarsi e trascorre piacevolmente un inverno che, come ben si sa, è sempre troppo lungo.

Nel corso della sua lunga vita TIR è stato un punto di riferimento per quel che concerne il teatro ragazzi, non solo nella Regione Marche ma anche nel centro Italia, ha svolto un ruolo di apripista, riuscendo ad affiancare alle tradizionali stagioni di Prosa anche specifici cartelloni di teatro rivolti al mondo dei più piccoli, stagioni con uguale dignità e servizi offerti. Se oggi il nostro territorio può vantare un’offerta ricca e diversificata e se quasi ogni Comune che possiede un teatro sente il bisogno di promuovere spettacoli per bambini e famiglie, gran parte di questo merito va certamente iscritta a TIR, Teatri in Rete che dal 1987, ininterrottamente, e per primo, ha programmato il teatro per l’infanzia e la gioventù.

Bambini, genitori, nonni, famiglie, questo il focus di un progetto straordinario che ha attraversato le generazioni e che vede oggi tornare a teatro quei ragazzi che 36 anni fa vi si sono affacciati per la prima volta, arrivano con i loro figli, disegnando un cerchio che certamente sta nello spettacolo ma con altrettanta certezza ci sentiamo di dire che sta nel vivere civile, nella cultura e nella formazione.

Tutto il progetto è coordinato da “Proscenio Teatro” per la direzione artistica di Marco Renzi, operatore storico del teatro ragazzi in Italia, con all’attivo oltre quarant’anni di attività e una serie importante di progetti di rilevanza nazionale che ha ideato, diretto e che ancora proseguono il loro cammino: “Marameo”, “Premio Nazionale Otello Sarzi”, “Palla al Centro”, “Teatri Senza Frontiere”, “I Teatri del Mondo”, “TIR-Teatri in Rete”, “Utopia”. Ha scritto e diretto 36 spettacoli, messi in scena non solo dalla sua compagnia ma anche da formazioni sia del nord che del sud Italia, ha inoltre pubblicato 13 libri per diverse case editrici nazionali.

Lo slogan che accompagna l’edizione 2021-22 del progetto è “Il teatro, un luogo sicuro dove fermarsi ad ascoltare storie”, a rafforzare l’idea di un’esperienza significativa proposta in un luogo controllato, dove si entra solo con green pass o tampone in corso di validità.

Sul sito www.proscenioteatro.it, scegliendo dall’home page “stagioni”, poi “invernali” è possibile trovare i programmi di ciacsun Comune con le diverse modalità di prenotazione dei posti. La campagna abbonamenti è in corso in tutti i Teatri che hanno già ufficializzato il programma e proseguirà fino a ridosso della prima data. La prenotazione dei singoli biglietti si effettuerà invece a partire dal lunedì che precede la domenica di spettacolo. Per sottoscrivere l’abbonamento basta telefonare ai seguenti numeri: Proscenio Teatro 0734 440348, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9,00 alle ore 13,30. In altri orari 335 5268147 / 328 6722921

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti