facebook twitter rss

Emilio, Marisa e il loro negozio di frutta
in piazza Verdi:
un container per continuare dopo il sisma

Print Friendly, PDF & Email

emilio fruttivendolo Fermo terremoto

Sul suo grembiule campeggia la scritta “il gusto per la passione”. A vedere lui come si muove e serve i suoi clienti in quell’angolo di Piazza Verdi non si può fare a meno di pensare alla sua passione per il lavoro e alla passione per la sua città.
Emilio Del Rosso da quel 30 di ottobre, dopo la scossa di terremoto che gli ha reso inagibile il negozio di frutta e verdura “L’Orto” che gestisce con la moglie Marisa Marziali da più di 23 anni, da Piazza Verdi non si è più spostato. E’ rimasto a due metri di distanza dal suo negozio e con il suo furgone  ha allestito il suo minimarket con la frutta e la verdura fresche di stagione all’angolo del palazzo, grazie anche – tiene a precisare – al negozio La Pagnottella, a cui si è potuto appoggiare per la corrente elettrica. Da questa mattina Emilio e Marisa hanno un container che il Comune di Fermo, grazie all’impegno diretto dell’assessore Mauro Torresi e del Responsabile comunale del Servizio di Protezione Civile Francesco Lusek, ha trovato per consentirgli di proseguire la sua attività in uno spazio consono e al riparo (soprattutto in questi giorni dal freddo glaciale) e posizionato proprio davanti a quella che fino ad un mese fa era la sua storica bottega. In questi giorni Emilio sposterà le sue cassette all’interno del container da cui già dalla prossima settimana servirà i suoi prodotti.
“Ci siamo subito adoperati perché ci ha colpiti la tenacia e la determinazione di Emilio nel voler continuare il suo lavoro dove è sempre stato. Il sisma avrà lesionato il suo negozio ma non la sua volontà e questo ci ha incoraggiato e spronato a poter dare un sostegno con questo container, andando incontro al suo desiderio di non spostarsi per alcun motivo da Piazza Verdi” – hanno detto il Sindaco Paolo Calcinaro e l’Assessore al Commercio Mauro Torresi.

emilio fruttivendolo Fermo terremoto


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti