facebook twitter rss

Bloccato dalla polizia con 35 involucri di eroina, un altro mattone per la legalità

mercoledì 1 febbraio 2017 - Ore 18:10
Print Friendly, PDF & Email

 

“Another Brick in the Wall” non è solo il titolo di una celebre canzone del Pink Floyd ma anche il nome dell’operazione messa a segno ieri pomeriggio dal personale della Sezione Anticrimine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Fermo guidato dal dirigente Leo Sciamanna. Un nuovo mattone per la costruzione della legalità nel quartiere di Lido Tre Archi.

Poliziotti che hanno sorpreso in flagranza di reato di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti M. K.,  cittadino tunisino di 48 anni.

Il dirigente del commissariato, Leo Sciamanna

Gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Fermo, nel corso delle attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti lungo la costa fermana, hanno fatto irruzione all’interno di un noto bar di Lido Tre Archi. All’interno, intento a giocare con dello slot machine, hanno identificato il cittadino tunisino M. K., già noto alle forze dell’ordine. Il personale operante, sulla scorta dei trascorsi penali dell’uomo e  del fatto che il 48enne era sospettato diessere uno dei punti di riferimento per i tossicodipendenti della zona, hanno notato,  sotto la manica sinistra del giaccone che indossava,un rigonfiamento. Poliziotti che hanno sottoposto l’uomo a perquisizione.

Le dosi sequestrate

L’attività ha consentito di rinvenire, proprio sul punto del rigonfiamento, un involucro in cellophane di colore bianco che a sua volta conteneva 35 involucri, sempre in cellophane e termosaldati, che da una ispezione esterna contenevano della sostanza in polvere di colore scuro. L’uomo è stato quindi accompagnato negli uffici del Commissariato di Fermo per gli accertamenti del caso. La polvere contenuta nei 35 involucri si è rivelata essere dell’eroina per un peso di circa 10 grammi. M.K., vista la flagranza di reato è stato tratto in arresto e posto a disposizione della Procura della Repubblica di Fermo. Questa mattina, presso il Palazzo di Giustizia si è svolta l’udienza di convalida. Il Giudice, visto il grande lavoro  della Polizia di Stato, non solo ha convalidato l’arresto operato nella flagranza di reato ma ha emesso  nei confronti del 48enne un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, in virtù della quale lo stesso è stato tradotto presso il carcere di Ascoli Piceno.

 

 

ARTICOLI CORRELATI

 

Polizia in massa a Lido Tre Archi, Sciamanna: ‘Voglio un rione tranquillo’ (la video intervista)

Meno reati e furti nel 2016: presenza costante della Polizia di Stato sul territorio (tutti i dati)

Gioco di squadra per Lido Tre Archi: il grazie di Calcinaro al dirigente Sciamanna


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X