facebook twitter rss

“Una prova di grandissima efficienza”, il bilancio di Calcinaro
dopo l’emergenza neve

FERMO - Calcinaro:"Ringraziamenti vanno a tutti coloro che si sono adoperati al di là del singolo ruolo, il ringraziamento va ai tantissimi fermani che hanno supportato questa macchina organizzativa anche con la semplice responsabilità e comprensione"
Print Friendly, PDF & Email

 

Anche il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro vuole esprimere il suo grazie per quello che è statao: “Un grande lavoro quello svolto dalla macchina comunale nei giorni dell’emergenza neve. Dagli incontri organizzativi e programmatori fino agli interventi notturni e diurni veri e propri, la task force messa in campo dal Comune di Fermo ha dato risultati”.

Sindaco che parla di : “Una gestione degli interventi a 360 gradi  seguita dal Centro Operativo Comunale (COC) nella nuova sede strategica di Piazza Dante aperta da domenica 25 febbraio a giovedì 1 marzo. Sulle strade una squadra per ciascuna zona, a partire da sette uomini e mezzi dell’autoparco comunale, coordinati da Guglielmo Pieragostini, fra Unimog e trattori spargisale e spazzaneve per liberare dalla neve e dal gelo viabilità principale e secondaria dell’intero territorio comunale con turni dall’una di notte ininterrottamente, addetti che hanno dormito all’interno dell’autoparco anche tre notti e poche ore pronti ad intervenire. E ancora: il Personale della Fermo Asite, in questo caso guidato da Gionni Renzi, a piedi o con i mezzi per liberare marciapiedi e le vie per i pedoni, il Gruppo Comunale della Protezione Civile che con i suoi volontari a turni è intervenuto per rendere pulite e percorribili le vie di accesso ai centri sensibili come le strutture sanitarie con numerosi interventi, la Polizia Municipale, con l’assessore Mauro Torresi, comandata da Antonio Dell’Arciprete che ha coordinato i suoi agenti nel dare supporto e pattugliare i punti nevralgici della città sia durante le varie operazioni che nel corso dell’intera giornata per garantire le migliori condizioni alla viabilità (con i vigili che proprio nei giorni di neve hanno aiutato una persona anziana che vagava per le campagne della città ospite di una struttura cittadina e che, non potendosi orientare, è stata riaccompagnata nella struttura), il lavoro collaborativo della Provincia di Fermo, i quattro pazienti centralisti che si sono alternati al Coc e che hanno raccolto almeno 50 telefonate al giorno con richieste di informazioni, segnalazioni e di assistenza alla popolazione, i dipendenti dell’Ufficio Tecnico Comunale, le sette ditte incaricate per lo spargimento del sale in primis Fagioli”.

Una task force coordinata e guidata minuto per minuto grazie al Dirigente Alessandro Paccapelo, al lavoro certosino dell’assessore alla Protezione Civile Ingrid Luciani e seguita costantemente dal Sindaco Paolo Calcinaro: “Sicuramente una prova di grandissima efficienza, aiutata dalla nuova e immediata allocazione del Comando della Polizia Municipale e della Protezione Civile con tanto di Coc al centro di Fermo. Ringraziamenti vanno a tutti coloro che si sono adoperati al di là del singolo ruolo, il ringraziamento va ai tantissimi fermani che hanno supportato questa macchina organizzativa anche con la semplice responsabilità e comprensione. Si troverà sempre colui per il quale il mondo finisce nei tre metri davanti al proprio uscio di casa. E’ un dato positivo che comunque voci come queste sono state veramente molto limitate”.

Come noto il nuovo Polo Scolastico sorgerà in via Salvo D’Acquisto. “L’Amministrazione Comunale aveva già redatto la progettazione definitiva dettagliata della scuola e la contestuale variante urbanistica (approvata con atto del Consiglio Comunale nella sessione di luglio 2017) per la dichiarazione di conformità – si legge nella nota dell’amministrazione comunale –
La realizzazione del nuovo Polo si rende necessaria a seguito degli eventi sismici di ottobre 2016 che hanno reso inagibile i due plessi scolastici, le cui attività didattiche hanno continuato a svolgersi per gli alunni della media Betti nei locali del Polo Scolastico della Provincia di Fermo in via Marsala (gli alunni della Fracassetti sono tornati nelle loro aule in via Visconti d’Oleggio, subito dopo una serie di lavori e interventi strutturali sull’immobile della sede originaria anche se all’inizio per un periodo le lezioni si sono tenute nella sede della scuola primaria di San Michele Lido). Sono in corso anche lavori per il miglioramento, con fondi comunali, del camminamento pedonale (lato valle), proprio per consentire un accesso più agevole al nuovo Polo da parte dei pedoni. L’Amministrazione Comunale è anche in attesa del finanziamento per le opere di urbanizzazione, di cui l’Ente ha redatto il progetto definitivo e di cui è stazione appaltante, fra cui due rotatorie, per un importo di 600 mila euro, che saranno realizzate contestualmente al Polo e compatibilmente con il cronoprogramma dei lavori”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X