facebook twitter rss

Calcinaro: “Tulli critica l’intervento
a Capodarco perché fatto da noi:
era un suo cavallo di battaglia”

FERMO - Il primo cittadino: "Al caro Tulli dico che criticare per posizione politica, presa di opposizione è un qualcosa che ha stancato tutti, in primis i fermani ed i residenti di Capodarco"
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Paolo Calcinaro

Al consigliere comunale di Fermo Libera, Gianluca Tulli, il nuovo parcheggio a Capodarco non piace. E lo ha scandito a chiare note ribadendo che ‘sottrae una spazio pubblico e di svago’ per i cittadini (leggi l’articolo). Ma la replica, sarcastica, del sindaco Paolo Calcinaro non si fa attendere: “Ma lo ha proposto lui. Ora, che siamo noi a farlo, non va bene”.

Questo il senso della risposta del primo cittadino che, però, aggiunge anche dell’altro: “L’intervento di riqualificazione a Capodarco qualche anno addietro era stato proposto dallo stesso consigliere Tulli: ora però a realizzarlo è questa amministrazione comunale che a lui non rimane molto simpatica. Visto che in tre anni è riuscito a criticare praticamente tutto, il consigliere Tulli va a lamentarsi di quello che è stato il suo cavallo di battaglia. Ecco quello che fa la politica: un gioco delle parti che mette la crescita della città sempre in secondo piano.

Sulla funzionalità Tulli stia tranquillo perché, oltre a riqualificare quello che in un largo periodo dell’anno era un acquitrino fangoso, andiamo a recuperare uno spazio più ampio per ragazzi e bambini, a permettere un parcheggio decente. Oggi grazie a questa amministrazione è anche disponibile, asfaltata e illuminata, anche per manifestazioni più grandi l’area posta nella parte superiore della strada al termine del cimitero. Al caro Tulli dico che criticare per posizione politica, presa di opposizione è un qualcosa che ha stancato tutti, in primis i fermani ed i residenti di Capodarco”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti