facebook twitter rss

Epilogo positivo per Borsalino:
buone notizie per il distretto del cappello

Il commento del Vicepresidente Federazione Italiana TessiliVari e Presidente nazionale Settore Cappello, l’imprenditore Paolo Marzialetti, sulla controversa vicenda del marchio dell'Antica Casa
Print Friendly, PDF & Email

 

Paolo Marzialetti con Enrica Viola, regista del docufilm “Borsalino City”, in visita al museo del cappello lo scorso marzo 2017

 

“Salutiamo con soddisfazione, dopo tre anni turbolenti, la risoluzione dell’acquisizione del marchio Borsalino da parte dell’imprenditore italo-svizzero Philippe Camperio, che gestiva l’Antica Casa dal dicembre 2015, attraverso la propria società Haeres Equita con una formula di affitto aziendale, al quale non restava che ottenere la luce verde dal Tribunale di Alessandria per diventare, alla fine del concordato preventivo, il nuovo proprietario dell’intera società”.

Commenta così la notizia del mondo fashion, Paolo Marzialetti, Vicepresidente Federazione Italiana TessiliVari e Presidente nazionale Settore Cappello che aggiunge:”Nel corso di questi tre anni, Haeres Equita ha visto i due piani presentati essere revocati dal tribunale, il quale ha finito per dichiarare il fallimento di Borsalino lo scorso dicembre, mettendo all’asta i suoi asset. Giovedì scorso l’asta per l’assegnazione del patrimonio della società è stata vinta da chi in tre anni ha rimesso in piedi la società, all’epoca indebitata per 30 milioni di euro e posta in procedura di concordato preventivo”.

Sull’argomento l’imprenditore Marzialetti aveva inviato, a dicembre scorso, una nota alla redazione esprimendo profonda amarezza per la sentenza di fallimento (leggi articolo).

“Philippe Camperio non ha comunque finora rivelato l’esborso complessivo degli investimenti compiuti per Borsalino – sottolinea il presidente nazionale Settore Cappello Federazione Italiana TessiliVari – si potrebbe pensare ad una quotazione in Borsa ma non prima della completa realizzazione di un piano di sviluppo quinquennale. Una notizia positiva anche per il nostro distretto del cappello Fermano-Maceratese, poiché diverse aziende del nostro territorio continuano a collaborare con Borsalino e non potrebbe essere altrimenti, visto il primato produttivo a livello europeo della nostra comunità, il cui core business è concentrato a Montappone e Massa Fermana”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X