facebook twitter rss

Valona città in crescita che apprezza
le “Tipicità Made in Marche”

La delegazione di Tipicità composta da amministratori ed imprenditori marchigiani ha visitato questa mattina il consolato d'Italia a Valona. Le dichiarazioni della console Luana Micheli
lunedì 19 Nov 2018 - Ore 16:29
Print Friendly, PDF & Email

Da sx: il direttore di Tipicità Angelo Serri, la console Luana Micheli, il sindaco di Castefidardo Roberto Ascani, il coordinatore di Tipicità Alberto Monachesi e l’assessore alla cultura di Castefidardo Ruben Cittadini

di Nunzia Eleuteri 

Una città di circa 120.000 abitanti a sud dell’Albania. La costa sull’Adriatico, al confine con lo Ionio, di fronte ad Otranto, si presenta con acqua cristallina e un lungomare lunghissimo con una infinità di alberghi, ristoranti e bar. Un luogo in cui c’è sicuramente ancora molto da fare ma in cui si respira l’aria della crescita tanto da aver registrato un +10% di presenze turistiche nella scorsa estate.
Siamo a Valona con “Tipicità Made in Marche” per la settimana della cucina italiana nel mondo.

La vista dal consolato d’Italia a Valona, Albania

Questa mattina la visita ufficiale della delegazione marchigiana in consolato: 2400 mq all’VIII e IX piano di un moderno edificio sul lungomare.
Una posizione strategicamente privilegiata che il consolato sfrutta per gli eventi volti alla promozione della cultura. I servizi del consolato sono i più vari, abbracciando la tutela dei diritti dei cittadini italiani in Albania, fino ad arrivare all’accoglienza degli imprenditori e alla diffusione e cultura della lingua italiana, prima lingua straniera del Paese. Da qui la scelta di molti studenti albanesi di iscriversi ai corsi delle università italiane. A livello imprenditoriale sono diverse le opportunità che si possono creare con l’Italia soprattutto per una lavorazione conto terzi grazie ad un costo del lavoro molto competitivo e a leggi favorevoli.

Luana Micheli, console d’Italia a Valona (Albania)

“Ogni due mesi vengono allestite mostre, corsi di formazione per insegnanti albanesi che insegnano italiano, lezioni di teatro e musica. Un sistema che cerca di condividere e far conoscere tradizioni e culture dei due Paesi – ha raccontato la console Luana Micheli – Organizziamo oltre 60 eventi in un anno cercando di limitare al minimo le spese ottimizzando i risultati. Questa nostra attività è un ‘fiammifero’ che deve restare sempre acceso. Noi vogliamo promuovere la cultura perché come italiani siamo assolutamente in grado di farlo.”.

Un rapporto di grande collaborazione quello tra il consolato e le Marche, rafforzato anche dal comune di Castelfidardo e da Ruben Cittadini, assessore alla cultura del paese della fisarmonica, che ha accompagnato, a maggio scorso, i fratelli Sampaolesi, stimati musicisti, e gli allievi della Scuola Civica Paolo Soprani che si sono esibiti in concerti e master class proprio a Valona.
Da queste collaborazioni e dal successo riscosso in Albania è nata una più stretta collaborazione con le Marche in genere.

“Conoscevo da turista molti luoghi della vostra regione – ha sottolineato la console – ma con Tipicità ho avuto modo di conoscere anche le eccellenze marchigiane e ne sono rimasta decisamente affascinata.”.

Dopo la visita in consolato, la delegazione di amministratori, sindaci e imprenditori ha raggiunto i musicisti che nel pomeriggio si sono esibiti nel centro della città accompagnati dal compositore Vincenzo Ruggiero che ha ideato il medley dell’inno albanese e inno italiano.
Oltre la musica, stand di prodotti Made in Marche sono stati esposti in piazza a Valona.

Nel frattempo gli studenti degli istituti alberghieri di Porto Sant’Elpidio e Senigallia guidati dagli insegnanti Sabrina Attanasio e Luca Facchini e dagli chef Gianmarco Di Girolami e Alessandro Camillo D’Addazio erano presi in cucina per la preparazione della cena di gala prevista in serata alla quale sarà presente anche il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro che domani raggiungerà Berat per il rinnovo del gemellaggio.

 

 

Tra le Marche e l’Albania un sodalizio di “Tipicità”

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X