fbpx
facebook twitter rss

Coronavirus, bollettino di Borrelli:
«C’e’ un primo caso anche nelle Marche»

CORONAVIRUS - Si tratta  un 30enne originario di Vallefoglia nel Pesarese il primo contagiato dal Coronavirus nelle Marche
Print Friendly, PDF & Email
Angelo Borrelli annuncia il primo caso di Coronavirus nelle Marche durante il bollettino delle 12

 

«C’e’ un primo caso di coronavirus nelle Marche». Lo ha annunciato il capo dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, nel corso del bollettino delle ore 12 sulla diffusione del virus in Italia.

Angelo Borrelli durante il bollettino delle 12

Ieri sera la comunicazione della Regione sulla positività di un campione a Pesaro: “Domani nuove analisi al centro diagnostico dell’Istituto superiore della sanità” . Si tratta  un 30enne originario di Vallefoglia nel Pesarese il primo contagiato dal Coronavirus nelle Marche. Il giovane lavora ed è residente in Lombardia, nella zona di Codogno in provincia di Lodi. Dopo essere rientrato nelle Marche ha chiesto di farsi prelevare un tampone per un controllo. Una squadra dell’Asur si è recata nella sua abitazione e in serata ha accertato la positività al Covid-19. Anche il secondo esame svolto a Roma, all’istituto superiore della sanità, ha confermato la positività. I familiari sono risultati negativi e l’uomo, che è in buone condizioni di salute, è in quarantena a casa. Sono state 1.099 le telefonate arrivate ieri al Numero Verde Coronavirus 800936677 della Regione Marche. Le informazioni richieste, principalmente, ieri hanno riguardato le preoccupazioni per il rientro delle persone, anche familiari, dalla Lombardia e dal Veneto; notizie sulla chiusura delle scuole; necessità di isolamento domiciliare per chi proviene dalle zone a rischio. Complessivamente sono 65 i medici che si sono resi operativi per il Numero Verde. Sono previsti due turni giornalieri di sei ore, dalle 8 alle 20, con 5 postazioni per ogni turno. “Ringrazio tutti i medici che sono al lavoro per rispondere ai cittadini – ha detto il presidente Luca Ceriscioli – Grazie anche al vostro contributo, stiamo dando un servizio fondamentale per informare correttamente, attraverso tutti i canali disponibili. Vogliamo essere tempestivi e trasparenti nella comunicazione”.

(in aggiornamento)

 

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X