facebook twitter rss

Il Cobà non si ferma più:
superato anche il Giovinazzo

SERIE A2 - Il quintetto di mister Antonio Ricci ha ingranato la marcia giusta, proseguendo con il passo da bottino pieno anche nel match di ieri. Tre punti maturati lontano da Porto San Giorgio, frutto del 3-5 con allungo nel tratto finale del match
Print Friendly, PDF & Email

PORTO SAN GIORGIO – Se quella di Manfredonia è stata una vittoria prestigiosa per l’avversario che si è superato a domicilio, non meno bella ed importante è stata questa odierna sul difficile campo del Giovinazzo.

Gli Sharks hanno dato un segnale molto importante a questo campionato, dimostrando di essere capaci di superare ogni avversità sia attraverso azioni e schemi praticamente perfetti (frutto di un lavoro certosino e continuo durante gli allenamenti) e sia attraverso il carattere e la determinazione. La vittoria toglie un ostacolo importante agli uomini di Antonio Ricci sulla strada dell’inseguimento alla vetta (per ora, solo virtuale perché mancano alcuni recuperi) e li avvicina ad essa.

Nel primo tempo, l’inizio vede i locali molto intraprendenti e gli ospiti sempre pronti a ribattere colpo su colpo. Come al solito però, gli avversari corrono e vanno a buon ritmo ma alla fin fine poche volte creano grattacapi a Fiuza e lì l’estremo dimostra sicurezza e personalità. Poi a metà frazione sale in cattedra Manfroi, il quale prima sblocca personalmente con un fendente dalla media distanza e subito dopo offre l’assist al sempre positivo Mateus per il raddoppio, maturato al termine di un’ottima azione corale, con il quale si va all’intervallo.

Nella ripresa, l’approccio degli Sharks è un po’ troppo “sicuro” e il Giovinazzo li sorprende dopo poco più di un minuto con Restaino, che aveva già segnato nella gara di andata a Porto San Giorgio vinta dal Cobà per 4 a 1. I locali verso metà tempo coronano il loro periodo migliore con il pareggio di Alves in contropiede. Sul 2-2, Bagalini e compagni hanno una reazione veemente e Persec segna un gol da pivot di razza stile “Bombonera” con un tocco difficilissimo di punta dal basso verso l’alto. Ma i locali non mollano, Restaino trova il pareggio con una conclusione che non lascia scampo a Fiuza.

A cinque minuti dalla fine si è così sul 3 a 3, e vengono recuperati due palloni che sembrano perduti e con due splendide combinazioni si va a rete con Mateus (doppietta) e Borsato, per i sigilli della vittoria. Il finale sul 5 a 3 vede dunque i sangiorgesi felici e consapevoli di poter essere protagonisti a pieno titolo nel girone. L’inizio della ripresa ovviamente deve fare da monito per ricordare ai biancoblù di non rovinare quello che ora sono in grado di costruire con merito. Tuttavia, con questo grande lavoro tecnico, tattico e di gruppo, e con tale determinazione, la strada intrapresa è quella giusta. Mister Antonio Ricci commenta a fine gara: “Una vittoria in cui il carattere è stato il fattore decisivo. Dobbiamo continuare così. Il direttore sportivo Roberto Bagalini: “Sono contentissimo. Si è vista la coesione del gruppo. Abbiamo davvero vinto tutti insieme”.

 

Articolo correlato: 

Impresa Cobà, violato il campo di Manfredonia

Cobà da 10 e lode, demolito il Cus Molise

Cobà, la rotta è giusta: liquidato anche il Giovinazzo

Cobà da 7 bellezze, successo nel recupero contro Pistoia


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti