facebook twitter rss

Anche la Questura di Fermo in prima linea per la giornata internazionale dei bambini scomparsi

FERMANO - Dal 25 maggio scorso, giornata sui bambini scomparsi, a domani serie di iniziative e appuntamenti, quelli della Questura di Fermo, per sensibilizzare tutta la cittadinanza e fornire utili informazioni
Print Friendly, PDF & Email

Anche la Questura di Fermo, guidata da Rosa Romano, in campo per la Giornata internazionale dei bambini scomparsi, del 25 maggio scorso. Ma la Questura fermana non si è limitata a organizzare eventi circoscritti alla sola giornata del 25 maggio. Sì perché il personale della Polizia di Stato fermana dopo gli incontri del 25 maggio alla scuola media di Torre di Palme e allo Scientifico ‘Calzecchi Onesti’, ieri pomeriggio era presente in piazza del Popolo con agenti e funzionari, e ovviamente materiale informativo, per sensibilizzare tutta la cittadinanza su uno dei temi più annosi non solo del nostro Paese, una piaga su scala mondiale. Questa mattina gli agenti sono a Porto San Giorgio, in piazza Matteotti, mentre domani pomeriggio saranno in piazza Garibaldi, a Porto Sant’Elpidio.

Un’occasione, quella della Giornata internazionale dei bambini scomparsi, per tenere sempre alta l’attenzione su un fenomeno preoccupante. La Polizia di Stato, infatti, da sempre è attenta e in prima linea, anche nel Fermano ovviamente, a tutelare le fasce più deboli e in particolar modo i minori, e dal 2000 ha aderito al network internazionale dell’Icmec (International Centre for Missing & Exploited Children) attivando il sito italiano per i bambini scomparsi – it.globalmissingkids.org. Sul sito web, gestito dalla Direzione Centrale Anticrimine, oltre a consigli e informazioni, vengono pubblicati anche i casi di minori scomparsi. Sì perché simili preoccupanti situazioni devono essere gestiti con assoluta tempestività e con massima attenzione. Su questo tema, oltretutto, esistono delle linee guida emanate dal Commissario straordinario del governo per le persone scomparse e i piani provinciali di ricerca adottati dai prefetti. Oltre ai numeri di emergenza e pronto intervento (113 e 112 Nue) esiste il numero unico europeo 116000, un servizio dedicato proprio ai minori scomparsi, affidato, dal Ministero dell’Interno, in gestione a ‘Sos Il Telefono Azzurro – Linea Nazionale per la Prevenzione dell’Abuso all’Infanzia’.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti