facebook twitter rss

Nasce il Comitato Viabilità Marche Sud: “Siamo al paradosso, inutile parlare di azzeramento del pedaggio”

A14 - "L'emergenza che stiamo affrontando e il grande dibattito che dovra' necessariamente essere affrontato tra l'ampliamento dell'A14 ovvero la terza corsia o l'arretramento. Per quanto riguarda l'emergenza, è stato proposto di potenziare i collegamenti ferroviari tra Ascoli Piceno ed Ancona fino all'aereoporto di Falconara al fine di diminuire il traffico dei pendolari che si spostano quotidianamente per lavoro"
Print Friendly, PDF & Email

Si è svolta venerdi 28 Maggio la prima riunione organizzata dai promotori del Comitato Viabilità Marche Sud. L’iniziativa è stata promossa da Rossano Orsili, Devis Alesi (presidente Associazione Beb Fermano) e Matteo Sgattoni (Vice Presidente Associazione Beb fermano). La riunione è iniziata illustrando la situazione attuale dell’autostrada A14 Marche Sud. “Questo tratto di strada – spiegano dal comitato –  paga errori di programmazione ed oggi ne stiamo pagando le conseguenze. Oltre a questo abbiamo avuto negli ultimi anni: Incendio in galleria Agosto 2018; Sequestro Viadotti Fine 2019; Cantiere per i viadotti e gallerie nel 2020-2021; Incidente al Cavalcavia di Porto San Giorgio anno 2020. La situazione che desta molta perplessità è stato il blocco dei lavori quando le regioni erano in zona Rossa quindi con traffico limitato mentre sono ripartiti quando sono stati riaperti i confini regionali. Siamo al paradosso. Inutile parlare di azzeramento del pedaggio”

Comitato che aggiunge: “Il costo per il fermo di un mezzo pesante puo’ essere calcolato in circa 50 euro l’ora, mentre il tratto P.S. ELPIDIO – SAN BENEDETTO è di appena 3 euro: sarebbe piu’ giusto parlare di class Action. Inoltre, chi rimborsa i dipendenti pendolari che utilizzano quel tratto di strada quotidianamente per recarsi al lavoro? Qual programmazione per la propria vita familiare con tempi incerti? Quale sicurezza in un tratto autostradale che è un continuo cantiere? Inoltre, considerando che la Regione Marche vuole crescere dal punto di vista turistico, quale sviluppo senza viabilità se consideriamo che in condizioni normali la SS 16 ha seri problemi di traffico?”

Hanno partecipato alla riunione: L’Assessore Regionale Guido Castelli, l’on. Mirella Emiliozzi, Mauro Lucentini, Consigliere Regionale Antonini. Per la ConfCommercio è intervenuta Teresa Scriboni. In rappresentanza dei Comuni della Costa: Consigliere Del Zompo per San Benedetto del Tronto, Consigliere Galazzi per Pedaso, il Sindaco di Altidona Giuliana Porra’, il Consigliere Di Virgilio per il Comune di Porto San Giorgio, l’Assessore Clementi per Sant’Elpidio a Mare; Causa impegni consiliari, non ha potuto partecipare il Sindaco di Grottammare (ha richiesto relazione della riunione) mentre per problemi tecnici non sono riusciti a collegarsi l’Assessore Torresi per il comune di Fermo ed il Consigliere Regionale Putzu che ha delegato in Consigliere Comunale Balestrieri.

Tutti i partecipanti alla riunione hanno dato il proprio contributo di idee dividendo il dibattito in due grandi categorie: “L’emergenza che stiamo affrontando e il grande dibattito che dovra’ necessariamente essere affrontato tra l’ampliamento dell’A14 ovvero la terza corsia o l’arretramento. Per quanto riguarda l’emergenza, è stato proposto di potenziare i collegamenti ferroviari tra Ascoli Piceno ed Ancona fino all’aereoporto di Falconara al fine di diminuire il traffico dei pendolari che si spostano quotidianamente per lavoro. Inoltre, in casi limite come l’incendio in galleria, pensare ad un coordinamento tra Comuni per la gestione del traffico ed permettere di non trovarsi impreparati davanti a simili situazioni. Sistematicamente, i problemi dell’A 14 hanno ripercussioni nella SS 16 con il Comune di Pedaso quotidianamente preso d’assalto da automobilisti che lasciano l’A14: una situazione insostenibile”.

L’Assessore Castelli ha illustrato la collaborazione in atto con la Regione Abruzzo che vive le nostre stesse problematiche e come la sinergia tra queste Regioni sia fondamentale per la soluzione del problema nel lungo periodo. Per quanto riguarda lo sviluppo futuro della rete viaria, gli onorevoli hanno ricordato che dal Recovery Fund non sono previsti interventi per investimenti su gomma. Inoltre, il Consigliere Antonini e l’On Lucentini hanno fornito aggiornamenti in merito alla Mare-Monti da Porto Sant’Elpidio ad Amandola in quanto reduci da una riunione per tale opera strutturale. L’on Emiliozzi, durante la riunione, ha preso contatto con L’on Coltorti Presidente della Commissione Trasporti e fissato un incontro per Martedi 8 Giugno ore 21,30 al fine di approfondire le tematiche relative allo sviluppo infrastrutturale ed ai Rapporti con ASPI. Il lavoro del Comitato prosegue quindi su due binari: l’Emergenza e lo sviluppo, coinvolgendo sempre Amministrazioni comunali, Associazioni Sindacali e di categoria, Consiglieri regionali, Presidenti di Provincia, Onorevoli e Senatori. Con il contributo di tutti, senza divisioni e senza campanilismi, questo territorio potra’ tornare a crescere e recuperare il GAP infrastrutturale. Il prossimo appuntamento è fissato per Martedi 8 Giugno ore 21,30.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti