facebook twitter rss

Acqua e rieducazione funzionale, psicomotricità e tonificazione corporea

Un elemento semplice per ottenere i migliori risultati nel campo della salute: quattro vasche dedicate al recupero post-lesioni, psicomotricità infantile, acquamotricità per disabili e, novità assoluta, la ginnastica posturale. Senza tralasciare il mero allenamento (training natatorio per ogni età, tonificazione con idrobike ed acquagym).
Print Friendly, PDF & Email

 

Sono le due giovani e competenti dottoresse in scienze motorie, Emanuela Biancucci e Giada Marabini, che ci illustrano le molteplici finalità perseguibili nella Palestra O2, che vanta, oltre ad una sala completa di attrezzature tecnologiche e all’avanguardia, anche un reparto acquatico con ben quattro vasche, ciascuna con le proprie funzionalità, che variano dal mero allenamento (training natatorio per tutte le età, tonificazione con idrobike ed acquagym, ecc.) al recupero post-lesioni, passando per la psicomotricità infantile, l’acquamotricità per disabili e, novità assoluta, la ginnastica posturale.
Andiamo a conoscere meglio le differenti discipline.

 

LA RIEDUCAZIONE FUNZIONALE

Le lesioni ortopediche sono problematiche che spesso necessitano di una preparazione pre-operatoria ed un recupero post-operatorio. Ne sanno qualcosa gli sportivi così come tutti coloro che si sottopongono ad interventi articolari (ad esempio di ernie discali o ginocchia, installazioni protesiche, ecc.). L’acqua pertanto è indiscutibilmente una soluzione idonea sia per il ritorno alle prestazioni performanti di un atleta dopo un infortunio, che per chi ha subito traumi o fratture a seguito di un incidente stradale, sia per chi vuole curare i disturbi legati al decorso senile ed alla conseguente degenerazione della colonna.

“Sono il medico curante e lo specialista che spesso prescrivono questo tipo di lavoro mirato in acqua” – precisa la dottoressa Emanuela Biancucci (titolare di un master in rieducazione funzionale neuromotoria) – “perché in tal modo si riescono a fare movimenti fluidi, a creare resistenza e tensione muscolare ma senza stressare le articolazioni”.

 

LA GINNASTICA POSTURALE IN ACQUA

“Questa è una novità assoluta del nostro centro e fiore all’occhiello per tutto il territorio” – esordisce entusiasta la dott.ssa Biancucci nel descrivere l’attività – “grazie al ridotto carico gravitazionale è molto più piacevole, nonché efficace, ottenere una corretta postura, un perfetto assetto ed un ritrovato equilibrio nel movimento deambulatorio”.

A differenza del cosiddetto ‘lavoro a secco’ infatti, l’acqua genera il giusto attrito sostenendo con la sua spinta il peso corporeo e, così facendo, permette di concentrarsi e prendere consapevolezza dei propri movimenti senza gravare sulla colonna: in sostanza riduce la fatica (e la monotonia di un lavoro all’asciutto) perseguendo il massimo risultato.

LA PSICOMOTRICITA’ FUNZIONALE

Specialista di questo settore è la dott.ssa Giada Marabini (psicomotricista funzionale ed idroterapista con metodo di idrostimolazione polisensoriale psicomotoria, noto come metodo I.Po.P), che mette a servizio delle più svariate richieste tutti i benefici dell’acqua. Tale attività infatti si rivolge a tutte le fasce di età, dai bambini agli anziani, e va ad agire sulle difficoltà emotive-relazionali, sui ritardi nell’apprendimento, sugli stati d’ansia e di iperattività, sui disturbi dello spettro autistico, ecc. L’acqua diventa così un valido alleato per la vita di relazione, coordinando in maniera armonica la sfera corporea con quella psichico-emotiva, agevolando una migliore integrazione sociale sia di chi è affetto da una disabilità che di chi sta cercando di superare un ostacolo personale legato alla propria espressività. A tal proposito vale la pena sottolineare che la piscina della Palestra O2 è stata scelta come punto terapico dall’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) con la quale collabora da tempo.

L’ACQUASALUTE

Il movimento e la cura di sé diventano un appuntamento ancor più piacevole se vissuto in gruppo, e l’acquasalute consiste proprio in un approccio soft all’acquagym, con carico costante senza effetti traumatici e con lavori personalizzati ma svolti in compagnia (da due a quattro persone per volta). Tonificazione muscolare e miglioramento della microcircolazione, quindi, diventato obiettivi facili da perseguire quando si viene accolti da un’atmosfera cordiale di aggregazione e, ancor meglio, immersi in 120 cm di acqua ad una temperatura di 31/32°.

Per scoprire tutti i benefici dell’acqua non resta che visitare la Palestra 02 di Campiglione di Fermo, in via Malintoppi 20.
Per info, orari ed aggiornamenti: tel. 0734-628852, 340-9556418 o 
visitate la pagina Facebook Palestra Piscina O2 .

Il centro natatorio della Piscina O2

Il centro natatorio della Piscina O2

 

Articolo promoredazionale

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti