facebook twitter rss

Emergenza coronavirus: uffici
e servizi ridotti al minimo

PORTO SAN GIORGIO - Ulteriore giro di vite precauzionale giunto al seguito del rinnovato e recente Dpcm. Sportello relazioni con il pubblico chiuso fino a martedì 17, la distribuzione dei sacchetti al pubblico verrà sospesa, ecocentro aperto solo al mattino per la consegna dei rifiuti
Print Friendly, PDF & Email

In relazione all’emergenza sanitaria da covid-19, in ottemperanza ai provvedimenti governativi e regionali che limitano gli spostamenti della popolazione sul territorio (in particolare il Dpcm dell’11 marzo 2020 che ha elevato ulteriormente le restrizioni) si comunica che da domani 13 marzo e fino al termine dell’emergenza, tutti gli uffici-servizi del Comune di Porto San Giorgio saranno ridotti al minimo indispensabile.

Da domani, fino a martedì 17 marzo compreso, proprio al fine di eliminare ogni ragione di contatto, l’Ufficio per la relazioni col pubblico sarà chiuso.  Non si esclude una eventuale proroga del periodo.  Si chiede anticipatamente scusa per i disagi, certi che venga compresa l’esigenza di tutela della salute dell’intera collettività.

La Sgds Multiservizi comunica che da domani venerdì 13 marzo il servizio di distribuzione sacchetti al pubblico verrà sospeso. Coloro ai quali spetta il kit periodico di fornitura gratuita e coloro che hanno necessità di ulteriori forniture a pagamento potranno telefonare dalla prossima settimana al numero 0734-671915 (interno 1) nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì  dalle ore 9 alle ore 12 prenotando la consegna a domicilio che verrà effettuata nelle giornate di martedì e giovedì mattina.

Si comunica inoltre che l’Ecocentro rimarrà aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 7 alle 12 solo per la consegna dei rifiuti delle ditte autorizzate a continuare la propria attività, ai sensi del Dpcm dell’11 marzo, per le necessità inderogabili di conferimento dei rifiuti assimilabili.  Si invitano i cittadini a non recarsi all’Ecocentro per il conferimento di rifiuti ritirati tramite il servizio porta a porta, raccolta stradale e per il conferimento di ingombranti in quanto la motivazione non costituisce valido motivo di spostamento ai sensi del citato decreto e tale comportamento è soggetto alle previste sanzioni.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X