facebook twitter rss

Omicidio Marini, Cofanelli: “Sembra che i colpi inferti siano stati più di uno, sarebbe una volontà specifica dell’autore del delitto”

BELMONTE PICENO - Parla l'avvocato difensore dei familiari di Marzio Marini, il 53 deceduto nella notte tra domenica e lunedì. Paolo Finucci resta in stato di fermo. Domani l'autopsia sul corpo della vittima. Nominati i consulenti medico-legali
Print Friendly, PDF & Email

Gabriele Cofanelli

“Sembra che i colpi inferti con arma da taglio siano stati più di uno, tre o forse quattro, ma devono stabilirlo i medici legali. Questo dimostrerebbe una volontà specifica dell’autore del delitto, se confermato dalle perizie lo scenario sarebbe univoco. Questo sarà anche uno dei temi dell’indagine peritale sull’aggressione”. E’ quanto dichiarato dall’avvocato Gabriele Cofanelli, legale dei familiari del 53enne Marzio Marini, morto domenica notte dopo una furibonda lite con l’amico 57enne Paolo Finucci. Marini è spirato all’ospedale Murri di Fermo a causa di alcuni fendenti che gli sono costati la vita.

Paolo Finucci, invece, è in stato di fermo al carcere del capoluogo di provincia. E, in attesa della sua dichiarazione dinanzi pm che ha in mano le indagini, il sostituto procuratore Francesca Perlini, che ha fissato per domani la data dell’autopsia sul corpo di Marini, ieri hanno giurato i consulenti per la Procura, ossia Alessia Romanelli, dell’istituto di medicina legale di Fermo, e Rino Froldi di quello di Macerata. I familiari della vittima, invece, hanno incaricato Cofanelli di nominare il medico legale Vinicio Rosini come consulente di parte. In udienza per il conferimento degli incarichi c’erano entrambi i fratelli della vittima, Marco e Mirko Marini.

Sul fronte giudiziario proseguono le indagini dei carabinieri della compagnia di Montegiorgio, guidata dal capitano Massimo Canale e coordinate dal sostituto procuratore Francesca Perlini. Gli inquirenti stanno scandagliando il passato della vittima e di Finucci per cercare di arrivare a ricostruire quando accaduto fino a pochi minuti prima che si consumasse la tragedia e anche per risalire alle cause della lite tra i due. Al vaglio ogni dettaglio, a partire da chat e messaggi sia sui telefoni che sui profili social di Marini e Finucci. Fondamentali anche le testimonianze di persone che possono contribuire alla ricostruzione di quanto accaduto domenica sera.

Il punto dove si è consumata la tragedia




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti