facebook twitter rss

«Mobilitazione degli studenti un patrimonio per la democrazia»

FERMO - Il responsabile nazionale Scuola e Università di Sinistra Italiana. «Dal movimento studentesco, una chiara e condivisibile opposizione alla cultura neoliberista che, negli ultimi decenni, ha progressivamente piegato ogni idea della formazione alla centralità del lavoro e del mercato»
Print Friendly, PDF & Email

«La mobilitazione degli studenti di oggi, come e più di quelle precedenti, costituisce un patrimonio importante per la democrazia e per la difesa dei diritti. Sinistra Italiana aderisce e sostiene con convinzione e determinazione questa giornata di lotta, di lutto di rivendicazione e proposta». E’ quanto sostiene Giuseppe Buondonno, responsabile nazionale Scuola e Università di Sinistra Italiana.

«Sono molto gravi e irresponsabili i tentativi di minimizzare quanto è accaduto, tanto a Udine quanto nelle Marche.
Cos’altro deve succedere ancora, perché il governo sospenda tutti i progetti di alternanza scuola lavoro, gli stage e i tirocini e apra un grande dibattito democratico, in Parlamento, nelle scuole e nel Paese, sul senso della formazione, sulla sicurezza e sulla centralità del sapere e della vita di milioni di ragazze e ragazzi? Viene, dal movimento studentesco, una chiara e condivisibile opposizione alla cultura neoliberista che, negli ultimi decenni, ha progressivamente piegato ogni idea della formazione alla centralità del lavoro e del mercato. A questi studenti la politica e le istituzioni debbono ascolto e rispetto. Non accada oggi, ci preme sottolineare alla Ministra Lamorgese, quello che abbiamo visto nelle scorse settimane, in particolare, a Torino e Roma; si rispetti, prima di tutto, il diritto a manifestare».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti