facebook twitter rss

Provinciali, spunta la lista dei sindaci: ci sono anche Calcinaro, Ortenzi, Pezzani e Gualtieri

ELEZIONI - "Ci siamo ritrovati ed abbiamo condiviso una base di pensiero che non appoggia l'idea di una lista unica dove le segreterie di partito da quello che ci è stato comunicato a 'modo di cda', cioè di un consiglio di amministrazione di un'azienda, nominerebbero i propri delegati e cioè i propri consiglieri"
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

Provinciali, colpi di scena senza interruzione. Dopo l’uscita della Lega, che con Lucentini, Marinangeli e Petrini, ha rimesso in discussione l’accordo del centrodestra che aveva portato all’individuazione di Mauro Ferranti come candidato presidente, nella mattinata odierna un comunicato che spariglia le carte. Nella nota diffusa vengono riportati i nomi di 13 sindaci del Fermano, tra cui anche Paolo Calcinaro e Michele Ortenzi (due nomi da mesi sul tavolo quali papabili candidati alla presidenza) con cui si annuncia la creazione di una seconda lista. E le elezioni al rinnovo della Provincia si infuocano come non mai.

“Ci siamo confrontati come larga rappresentanza dei sindaci del territorio – si legge nella nota – e siamo rimasti sorpresi dagli eventi degli ultimi giorni; non vogliamo mettere assolutamente in dubbio una candidatura unitaria che può essere un valore aggiunto per una piccola provincia come quella di Fermo e soprattutto nessuna remora sul nome di una persona seria come Mauro Ferranti; siamo rimasti invece abbastanza sorpresi oltre che delusi, dal metodo utilizzato che ha escluso dal ragionamento chi appunto amministra un territorio e quindi chi dovrebbe essere un punto di riferimento proprio per le elezioni provinciali e cioè i sindaci”. Nella nota, riportata in calce, figurano i nomi dei sindaci di Monte Giberto, Giovanni Palmucci, di Fermo, Paolo Calcinaro, di Rapagnano, Elisabetta Ceroni, di Petritoli, Luca Pezzani, di Ponzano di Fermo, Ezio Iacopini, di Grottazzolina, Alberto Antognozzi, di Pedaso, Vincenzo Berdini, di Montefortino, Domenico Ciaffaroni, di Monsampietro Morico, Romina Gualtieri, di Torre San Patrizio, Luca Leoni, di Lapedona, Giuseppe Taffetani. Con loro la vicesindaca di Falerone, Pisana Liberati e l’assessore di Altidona, Manola Giuliani. Nicolino Carolini, sindaco di Francavilla, seppur riportato nella lista diramata alla stampa con una mail “Sindaci Fermano”, tende a specificare: “Condivido il nome di Ferranti alla presidenza della Provincia ma chiedo trasparenza sui nomi dei candidati consiglieri, possibilmente sindaci e che rappresentino l’intero territorio, dal mare alla montagna, e che condividano un progetto del candidato presidente sulla necessità del territorio. Democrazia più assoluta”.

“Ci siamo ritrovati ed abbiamo condiviso una base di pensiero che non appoggia l’idea di una lista unica dove le segreterie di partito da quello che ci è stato comunicato a ‘modo di cda’, cioè di un consiglio di amministrazione di un’azienda, nominerebbero i propri delegati e cioè i propri consiglieri. Questo non va bene, perché la rappresentanza deve passare attraverso un’elezione, quindi al vaglio del corpo elettorale che seppur ridotto agli amministratori del territorio è comunque un passaggio importante per legittimare i consiglieri che entreranno nel nuovo consiglio provinciale; altra cosa è che tutto ciò deve essere condiviso a seconda della rappresentatività del territorio e non può essere scelto dentro le segreterie di un paio di partiti o dalle rappresentanze poco più che personali; quindi noi riteniamo che sia importantissimo, anzi fondamentale quello di andare a supporto di una candidatura unica e condivisa ma andare al vaglio elettorale con una seconda lista che nasca innanzitutto dalla rappresentanza del territorio e da questa idea di condivisione di collegialità e anche di rappresentanza territoriale di tutta la provincia. Per questo ci siamo riuniti e per questo porteremo avanti l’idea di una seconda lista”.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti