Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook twitter rss

Donati (Cisl): «Col nuovo direttore Ast siano sanati subito i ritardi della sanità fermana altrimenti mobilitazione»

FERMANO - «La Cisl Fp attenderà questa settimana la nomina del direttore ma, immediatamente dopo, chiederà di fare azioni concrete per recuperare i ritardi non sempre giustificati a danno dei professionisti della sanità fermana. Chiediamo anche all'assessore regionale alla Sanità, Filippo Saltamartini di farsi tramite con la Ast Fermo perché si impegni subito a riconoscere il dovuto al personale. Diversamente, sará mobilitazione»

Giuseppe Donati

«Questa settimana sarà quella delle nomine dei direttori delle Ast ma agli operatori di Fermo mancano all’appello: soldi, stabilizzazioni e progressioni di carriera». E’ quanto tende a rimarcare la Cisl Fp, con la sua area sindacale di Fermo.

«La settimana entrante sarà quella buona per conoscere chi sarà il direttore generale della Ast Fermo. Sapremo se resterà Roberto Grinta, attuale commissario, oppure arriverà qualcun altro. Comunque vada, chi assumere la guida della Ast fermana, dovrà subito intervenire sui ritardi non sempre giustificabili, maturati a danno dei professionisti, operatori e dipendenti della Ast di Fermo. Iniziamo a dire che, in dispregio agli accordi sindacali sottoscritti in Regione, la stabilizzazione dei professionisti precari della sanità fermana aventi maturato il diritto addirittura a novembre 2022 e a dicembre 2022 secondo il decreto Madia  –  rimarca il segretario Giuseppe Donati – non è stata portata a termine. In pratica, dipendenti che potevano avere già un contratto a tempo indeterminato in tasca, continuano ad essere precari a causa dei ritardi della Ast di Fermo. Sono in numero contenuto ma non per questo meritano meno attenzione. Tutto questo non è più tollerabile anche perché nelle prossime settimane la Cisl Fp impegnerà la Regione in un confronto serrato per chiudere la partita sulle stabilizzazioni speciali Covid, che interesseranno un numero consistente di operatori (circa 500 nelle Marche) chiamati “eroi” durante la pandemia ma poi prontamente dimenticati. Continuiamo con i ritardi a danno dei dipendenti della sanità fermana, menzionando la mancata applicazione della fascia economica maturata il 1 gennaio 2022. Siamo a maggio inoltrato 2023 ed ancora non c’è la graduatoria degli ammessi ed aventi diritto alla progressione 2022. Più grave ancora questo ritardo perché con la sottoscrizione del nuovo Ccnl Sanità 2019-21, la mancata applicazione della fascia, comporta una doppia penalizzazione per la trasposizione dal vecchio al nuovo inquadramento. Infine, la questione più grave se ci fosse una scala dei mancati riconoscimenti al personale della Ast fermana, è la mancata corresponsione della quota economica della performance collettiva ed individuale 2022, quella che banalmente chiamiamo produttività. La richiesta della Cisl Fp – conclude Donati – è il pagamento, senza se e senza ma, dell’intera quota 2022 (anticipo e saldo) con la mensilità di luglio 2023. Sembra che il ritardo sia dovuto a problemi con il sistema informatico. Non possiamo tollerare che 1400 dipendenti siano in ostaggio dei sistemi informatici non adeguati. Non si possono chiedere solo sacrifici al personale. Ricordiamo i numeri stratosferici delle ferie non godute e delle ore lavorate in più per ovviare alle carenze di personale. Sarebbe dignitoso ed ovvio, almeno, riconoscere al personale dipendente una piccola gratificazione economica del tutto meritata, senza doverla mendicare agli uffici competenti. La Cisl Fp attenderà questa settimana la nomina del direttore ma, immediatamente dopo, chiederà di fare azioni concrete per recuperare i ritardi non sempre giustificati a danno dei professionisti della sanità fermana. Chiediamo anche all’assessore regionale alla Sanità, Filippo Saltamartini di farsi tramite con la Ast Fermo perché si impegni subito a riconoscere il dovuto al personale. Diversamente, sará mobilitazione».



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti