facebook twitter rss

Misure stringenti per bloccare i contagi
Le ipotesi al vaglio del Governo

VIRUS - Non bastano più le zone gialle per contenere il virus. E quanto accade nelle Marche è sintomatico del fatto che anche il Governo starebbe valutando una stretta sulle misure da applicare. E ciò potrebbe essere deciso già nelle prossime ore. Diverse le ipotesi al vaglio.
Print Friendly, PDF & Email

Il premier Mario Draghi (fonte www.governo.it)

di Sandro Renzi

L’unica certezza, per ora, è che la provincia di Fermo e gran parte delle Marche resteranno rosse fino a domenica. In attesa di nuove e più stringenti misure che mirano a contenere la diffusione del contagio da Coronavirus. Da domani, quindi, come noto, scuole e pubblici esercizi chiusi. Chiusi anche i negozi ritenuti non necessari. Stop anche agli spostamenti  interni ai Comuni di residenza. Preoccupa l’incidenza della variante inglese che colpisce pure i più giovani. E preoccupa lo stress a cui sono sottoposte le strutture ospedaliere regionali.

Nelle prossime ore si saprà qualcosa in più su come il Governo intende muoversi dopo aver raccolto il parere del Cts. Ad oggi c’è un Dpcm che scadrà il 6 aprile e basato sulla divisione in fasce, ma tutto lascia presagire che già nel fine settimana possano essere emessi nuovi provvedimenti che mirano sostanzialmente a rafforzare le misure previste per le zone gialle, o a rendere più severe quelle da adottare quando si finisce in zona rossa. Proposte sul tavolo, si apprende dalle agenzie, sono diverse. Si parla di chiusure nel weekend, come già accaduto a Natale, fino all’ipotesi lockdown di 3 settimane. Gli esperti avrebbero inoltre segnalato la necessità di ridurre l’incidenza per ristabilire il contact tracing. Nel frattempo però le autorità dovrebbero lavorare per estendere la campagna vaccinale a più soggetti possibili e nei tempi più brevi. Si va dunque verso una stretta che riguarderà tutto il Paese perché la zona gialla in effetti non basta più a contenere la pandemia.

L’obiettivo resta sempre quello di arrivare a meno di 50 casi per 100mila abitanti, che in certe Regioni è stato già raggiunto. Come fare? Province e Regioni stanno autonomamente decretando zone rosse in molti territori, ma arrivati a questo punto c’è chi chiede anche l’intervento del Governo ad ampio raggio. E qui le ipotesi sono diverse. Tre settimane di lockdown generalizzato per provare a vaccinare più persone possibili, oppure una stretta dei parametri che farebbero entrare un territorio in zona rossa. O ancora riadottare una misura  già prevista a Natale: la chiusura nei weekend di ogni attività escluse quelle essenziali.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti