facebook twitter rss

Toto-direttore Av4, i rumors dal Murri: Carelli out, nella terna Ciarrocchi e due nomi da ‘fuori provincia’

FERMANO - A distanza di oltre due mesi dalle dimissioni dell'ex direttore Livini, ancora non si ha l'ufficialità della terna di nomi di candidati alla guida dell'Area vasta 4. Ma dall'ospedale arriva l'indiscrezione secondo cui la 'testa di serie' Carelli non sarebbe nella terna dove invece figurerebbe l'attuale direttore del dipartimento Prevenzione
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

Alberto Carelli out. Giuseppe Ciarrocchi ancora in corsa. E, oltre a quello di Ciarrocchi, altri due nomi, un uomo e una donna, da fuori provincia. Sono queste le ultime indiscrezioni trapelate in queste ore sulla terna da cui emergerà il nuovo direttore dell’Area vasta 4. Dopo le dimissioni dell’ex direttore Licio Livini, ad aprile, è inevitabilmente scattato il toto-direttore. Un’attesa che va avanti da oltre due mesi, anche solo per conoscere i nomi dell’ormai fantomatica terna. L’iter è noto: dopo l’addio di Livini la direzione dell’Av4 è passata nelle mani del direttore dell’Asur Marche, Nadia Storti, a cui spetta anche il compito di comporre la terna, pescando dalla lista dei ’54’ compatibili con il ruolo di direttore di Area vasta, per poi passarla nelle mani dell’amministrazione regionale, governatore Acquaroli e assessore alla Sanità, Saltamartini in testa, che dovrà nominare il successore di Livini. I tre nomi ancora non sono ufficialmente stati diffusi.

L’assessore Filippo Saltamartini e il direttore Asur Marche, Nadia Storti

Per Saltamartini i due mesi di attesa sarebbero dovuti al fatto che lui stesso ha chiesto alla Storti anche una ricognizione sullo stato di salute della sanità fermana, un prontuario da consegnare al prossimo direttore Av4, e su cui iniziare a lavorare da subito, una volta arrivata la nomina. Ma proprio la sanità fermana inizia a porsi delle domande: come mai ancora non si sa nulla? Perché non esce la terna? Un direttore serve, e serve subito. Insomma la politica prenda una decisione e nomini il vertice della sanità fermana. E insieme alle domande, sempre più ricorrenti, nei corridoi del Murri iniziano a circolare anche delle indiscrezioni proprio sulla terna. Siamo nel campo delle ipotesi, per carità. Ma i rumors danno Alberto Carelli fuori dalla terna. L’attuale direttore amministrativo all’Av3 di Macerata, già alla guida della sanità fermana nel 2014 (è rimasto un solo anno alla testa dell’Av4 per poi lasciare il testimone a Livini che l’ha guidata per i successivi sei fino al caustico addio nell’aprile scorso) in queste ultime settimane aveva sempre più preso quota fino ad arrivare in pole position per la nomina. Ma ora sarebbe fuori. Resterebbe ancora ‘in auge’, invece, Giuseppe Ciarrocchi, attuale direttore del dipartimento di Prevenzione dell’Av4.

Lui nella ridda di papabili c’è stato fin dalla prima ora. E il suo nome è ancora lì, sul tavolo. Ma a questo punto resta da scoprire gli altri due. Sempre in ambito ospedaliero si parla di un uomo e una donna, entrambi provenienti da fuori provincia. Ecco. Non fermani. D’altronde l’assessore Saltamartini aveva archiviato la pratica ‘fermanità’ per nuovo direttore definendo l’argomento ‘stucchevole’. Ora quindi non resta che, al netto della veridicità delle indiscrezioni, capire se la spunterà Ciarrocchi o uno dei due nomi provenienti da ‘fuori porta’.

 

 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti