Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook twitter rss

Steat, costi personale e Santa Lucia. Cgil: «Siamo preoccupati per le parole di Ceroni»

IL SINDACATO replica al presidente della società di trasporti: «Esprimiamo perplessità  rispetto alla vendita dell’area Santa Lucia, attualmente di proprietà Steat, a fronte delle imminenti gare di appalto che vedranno coinvolta la stessa società in quanto è noto quanto sia fondamentale  avere i depositi di proprietà in fase di gara»»

Filt Cgil Marche e Filt Cgil Fermo replicano alle esternazioni del presidente Steat, Remigio Ceroni «riguardanti l’aumento del costo del personale, legato al rinnovo contrattuale di categoria, avvenuto tra l’altro con 8 anni di ritardo e che ha previsto risorse pubbliche nazionali ripartite per Regioni a compensazione di tali aumenti». E’ quanto si legge in un comunicato stampa diramato proprio dal sindacato.

Filt Cgil Marche e Fermo non comprendono «di quali aumenti si parli. Esprimiamo, inoltre, perplessità  rispetto alla vendita dell’area Santa Lucia, attualmente di proprietà Steat, a fronte delle imminenti gare di appalto che vedranno coinvolta la stessa società in quanto è noto quanto sia fondamentale  avere i depositi di proprietà in fase di gara».

Steat, il piatto piange. Ceroni: «Debito di otto milioni. Acquisto di Santa Lucia scelta incomprensibile» Si vende l’area



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti