Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook twitter rss

Sanità, scontro Cesetti-Calcinaro. Il consigliere Pd: «Con noi 140 milioni al Fermano. Dalla “sua” giunta regionale solo 2,4 per l’ospedale»

CONTROREPLICA dell'esponente dem al sindaco di Fermo sul tema sanità: «La riorganizzazione della Sanità regionale che entrerà in vigore il primo gennaio aggraverà la situazione già difficile nella nostra provincia ed il tuo ondeggiare per avallare le scelte della giunta regionale, se può essere utile a te, non lo è di certo per il territorio ed il ruolo di Presidente della Conferenza dei Sindaci ti imporrebbe una maggiore obiettività e responsabilità»

Fabrizio Cesetti

Cesetti vs Calcinaro, ormai è scontro senza esclusione di colpi. Dopo il j’accuse del consigliere regionale Pd e la replica stizzita del sindaco di Fermo, ora è di nuovo il turno dell’esponente dem. Pomo della discordia? La sanità. I due amministratori non sono nuovi a botta e risposta al vetriolo. E anche stavolta non se le mandano a dire. Per il primo, Calcinaro sarebbe colpevole di aver avallato una riforma sanitaria regionale che penalizzerebbe proprio il Fermano. Un’accusa che il sindaco non accetta rispedendo al mittente le critiche a un ex assessore che ha responsabilità, avendo gestito per cinque anni i conti della Regione, sui gap della sanità fermana. E di nuovo il pallino torna a Cesetti. E giù con la lista delle “cose fatte” dalla giunta Ceriscioli: «Caro Calcinaro, non è come tu dici: abbiamo aumentato i posti letto fino a una capienza di 362 e finanziato con ulteriori 30 milioni la variante all’Ospedale per la realizzazione degli stessi; abbiamo finanziato per 111 milioni e fatto realizzare l’Ospedale che procede spedito; insieme a Livini, abbiamo approntato quanto necessario per la Radiologia Interventistica, Emodinamica e per il Robot Chirurgico dei quali, inspiegabilmente, si sono perse le tracce. Abbiamo finanziato e realizzato, per primi nel panorama regionale, le Case della Salute–Ospedali di Comunità a Montegiorgio (anno 2015) e Sant’Elpidio a Mare (anno 2016). Infine, abbiamo finanziato e fatto realizzare l’Ospedale di Amandola che pure procede spedito. Nel complesso abbiamo destinato alla Sanità della Provincia di Fermo risorse aggiuntive, oltre a quelle ordinarie, per oltre 140 milioni. Invece la “tua” giunta regionale, proprio oggi, nel presentare il bilancio 2023/2025, ha previsto per il nuovo Ospedale di Fermo, che deve essere corredato di tutti gli arredi e le strumentazioni sanitarie necessari per il suo concreto avvio, soltanto la irrisoria somma di 2,4 milioni di euro, anziché gli ulteriori 40 milioni previsti».

«Nessuna polemica e nessuna accusa da parte mia, ma solo la constatazione che – conclude Cesetti – la riorganizzazione della Sanità regionale che entrerà in vigore il primo gennaio aggraverà la situazione già difficile nella nostra provincia ed il tuo ondeggiare per avallare le scelte della giunta regionale, se può essere utile a te, non lo è di certo per il territorio ed il ruolo di Presidente della Conferenza dei Sindaci ti imporrebbe una maggiore obiettività e responsabilità. Ma ormai è noto che non sopporti la pur minima critica tanto che perde facilmente la lucidità e la memoria: dimentica infatti che i Pronto soccorso non sono stati chiusi da me. Io, anzi, ho finanziato e fatto realizzare le Case della Salute – Ospedali di Comunità a Montegiorgio e Sant’Elpidio a Mare che diversamente sarebbero diventate delle cattedrali nel deserto, attuando così, oltretutto, le stesse disposizioni nazionali del DM 70 e del Pnrr. Anzi, aggiungo, che mentre ho fatto l’assessore al Bilancio, Calcinaro, che era già sindaco, mai mi ha mosso le obiezioni, del tutto inconsistenti, che mi muove ora. Nessun autogol da parte mia anche perché mi sarebbe impossibile visto che Calcinaro – la stilettata finale di Cesetti – da sempre gioca per lo zero a zero. E proprio per questo Fermo e il Fermano non riescono a vincere».


Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti